I giovani sono il futuro, si sa. E i più piccoli, spesso e volentieri, sono un esempio da seguire per gli adulti. Anche per questa ragione, anche quest’anno, MAN ha deciso di mettere i più giovani al centro della campagna di sicurezza stradale.

Gli esperti delle associazioni locali per la sicurezza stradale e i professionisti di MAN ProfiDrive hanno visitato le scuole elementari dell’area di Monaco di Baviera, mostrando a più di duemila scolari cosa è importante quando si guida un autobus e, in particolare, i pericoli rappresentati dal cosiddetto blind spot. I ragazzi sono stati accompagnati da un autobus MAN Lion’s City dotato di tecnologia di sicurezza intelligente, che supporta i conducenti nel traffico urbano.

MAN Lions City sicurezza stradale bambini

Ogni anno i bambini sono coinvolti in incidenti stradali: le situazioni particolarmente pericolose si verificano spesso agli incroci, quando un conducente si accorge di un bambino a piedi, su un monopattino o su una bicicletta mentre sta svoltando.

«Le conseguenze degli incidenti con l’angolo cieco o con la svolta sono generalmente gravi. Per questo motivo la nostra campagna di sicurezza stradale di quest’anno si è concentrata sulla formazione sull’angolo cieco”, afferma Heinrich Degenhart, esperto di MAN ProfiDrive. Che, dunque, aggiunge: «Abbiamo utilizzato un telo triangolare per mostrare ai bambini qual è l’angolo cieco di un autobus. È importante che gli studenti stessi si rendano conto di quanto possa essere limitata la visibilità del conducente e che intere classi scolastiche possono scomparire nell’angolo cieco. L’attenzione degli studenti è maggiore e ciò che imparano è più sostenibile quando possono sperimentare le cose con le mani». Inoltre, i bambini hanno potuto esercitarsi nell’attesa dell’autobus, nel mettersi in fila correttamente e nel capire cosa guardare quando l’autobus arriva alla fermata.

In primo piano

Volvo centra il tredici e sbarca in Italia con il due piani

In un mercato ancora pesantemente condizionato dagli effetti della pandemia, Volvo si è affacciata per ultima sul mondo degli autobus a due piani, convinta di poter dire la sua. A dire il vero, il costruttore svedese già nel 2020 aveva lanciato il suo bipiano con un progetto tutto nuovo, ma le sue d...

Articoli correlati

Autolinee Toscane lancia due nuovi corsi per conducenti

“Accademia” di Autolinee Toscane brucia le tappe e fa il bis su Firenze con una nuova classe di apprendisti conducenti che guideranno i bus con base in città. Tante le candidature arrivate: per questo motivo la nuova classe bis sul capoluogo regionale è formato maxi, cioè è composta da 2...