Gli sviluppi dell’attività di Daimler Buses nel 2020 sono stati in gran parte influenzati dalla pandemia. A causa del covid, il mercato degli autobus ha infatti registrato un calo generale significativo (quasi il 40%), soprattutto per lo stop di tutte le attività turistiche. Nel mercato europeo (UE, Norvegia, Svizzera), il mercato degli autobus turistici è diminuito di quasi il 60% nel 2020 rispetto all’anno precedente. Una tendenza al ribasso è stata riscontrata anche nei segmenti degli autobus urbani e degli autobus interurbani. Nonostante queste difficili condizioni, Daimler Buses è stata in grado di consolidare la propria leadership di mercato, in particolar modo in Europa.

Daimler Buses, gli obiettivi dal 2020 al 2021

La situazione nel mercato degli autobus rimane particolarmente difficile anche per il 2021. Gli ordini attualmente in entrata sono pochi, e potrebbero determinare un calo delle vendite. Daimler Buses, tuttavia, nonostante la pandemia, rimane ottimista e intende investire per il futuro. Queste le parole di Till Oberwörder, Head di Daimler Buses: “Nel 2021 continueremo a “navigare a vista” e resteremo fiduciosi. Quando la pandemia sarà alle nostre spalle, le persone vorranno viaggiare di nuovo, il che normalizzerà la nostra attività. Teniamo d’occhio il nostro futuro: continuiamo a investire nei nostri progetti strategici come la mobilità a emissioni zero. Il nostro obiettivo è dare forma alla trasformazione del nostro settore e mettere su strada soluzioni di mobilità sostenibili ed efficienti“.

Gli obiettivi di Daimler Buses dopo il difficile 2020 sono dunque soprattutto quelli strategici a lungo termine, come mantenere e consolidare le posizioni di mercato globali.

Daimler Buses, innovazione tecnologica per la mobilità sostenibile

L’azienda è poi impegnata nello sviluppo di nuove soluzioni contro i contagi da Covid19, che proteggano i propri clienti, i conducenti di autobus e i passeggeri. Tra queste, porte di protezione del conducente con una partizione, distributori controllati da sensori per disinfettanti e filtri antiparticolato antivirali ad alte prestazioni.

Alla ricerca in questa direzione si associa poi lo sviluppo di autobus per nuovi scopi insieme ad altri partner. Ad esempio, la Croce Rossa tedesca dispone da dieci mesi di un Citaro Mercedes-Benz dotato di quattro unità di terapia intensiva per il trasferimento dei pazienti Covid19. Un autobus interurbano a pianale ribassato del marchio Setra è invece utilizzato come stazione di prova mobile presso scuole, case di cura e aziende. È in cantiere anche un omnibus che funge da stazione mobile di vaccinazione.

L’elettrificazione, obiettivo emissioni zero

Non può mancare, infine, la promozione dell’elettrificazione, in direzione di un trasporto passeggeri a emissioni zero. Daimler Buses sta fornendo il suo contributo alla mobilità sostenibile da ben prima del 2020: il primo passo è stato compiuto nel 2018 con il lancio del MercedesBenz eCitaro. Attualmente, Daimler Buses ha diverse varianti di e-bus nel proprio catalogo, che sfruttano diverse tecnologie per quanto riguarda batterie e sistemi di ricarica. L’eCitaro, ad esempio, è disponibile con un massimo di dodici pacchi batteria agli ioni di litio e, da quest’anno, anche con la seconda generazione di batterie. Nel 2020 Daimler Buses ha lanciato il Mercedes-Benz eCitaro articolato con la nuova batteria allo stato solido, che ha il vantaggio di una maggiore autonomia e longevità. L’azienda sta ora per lanciare l’eCitaro con una cella a combustibile come range extender. Poiché l’assistenza e la consulenza ai clienti sono cruciali per il successo a lungo termine, Daimler Buses continuerà a occuparsi anche di eMobility Consulting.

Oltre all’elettrificazione della sua flotta, Daimler Buses sta lavorando per ridurre ulteriormente le emissioni di CO2 delle future generazioni di veicoli. L‘obiettivo di ridurre il consumo di carburante negli di oltre 18 tonnellate e del 20% dal 2005 al 2020 è stato raggiunto al 90% per gli autobus da turismo e al 100% per gli autobus urbani, in gran parte grazie all’introduzione dell’ibrido Citaro Mercedes-Benz. Nel novembre 2020, Daimler Buses, insieme a IVU, ha vinto il primo progetto completo di mobilità elettrica, attualmente in fase di implementazione.

In primo piano

Mercedes eCitaro Fuel Cell, l’idrogeno per un’autonomia…alle Stelle

Il lancio ufficiale è arrivato alle porte dell’estate 2023, quando Daimler Buses scelse il palcoscenico del Summit UITP di Barcellona per la premiere mondiale del suo primo autobus a idrogeno, il Mercedes eCitaro Fuel Cell, in versione articolata da 18 metri. Si tratta di fatto di un’evoluzione dell...

Crossway Mild Hybrid NF: così Iveco Bus cavalca l’onda ibrida leggera

L’interurbano normal floor più diffuso in Europa non poteva non avvicinarsi a quella che qualcuno definisce ‘moda del momento’, cioè il mild hybrid. E lo fa in occasione degli ultimi aggiornamenti omologativi che riguardano il pacchetto Gsr2 nonché dell’interessante restyling frontale con tanto di n...

Articoli correlati

Autolinee Toscane, un nuovo bus ogni 2 giorni

Un bus ogni due giorni da ora a fine 2024, e poi il grande balzo che vedrà due bus nuovi ogni giorno (festivi e domeniche compresi) sulle strade della Toscana per garantire un servizio di trasporto pubblico locale sempre più efficace, efficiente e sostenibile sia dal punto di vista ambientale che so...

Un po’ funivia, un po’ bus: viaggio alla scoperta di ConnX

Ha superato con successo l’articolata fase di test e tra un anno sarà definitivamente pronto per fare il suo ingresso nel mercato. L’annuncio è stato dato nei giorni scorsi a Vancouver sul palcoscenico più importante del settore, il congresso mondiale dei trasporti a fune: ConnX, la rivoluzione ecol...