Controlli in autostrada a sud di Milano, 5 bus su 8 irregolari

Qualche giorno di controlli, 5 autobus su 8 risultati irregolari. La Polizia stradale di San Donato Milanese, prima cintura milanese, ha elevato sanzioni per decine di migliaia di euro alle aziende di trasporto, imponendo l’adeguamento delle dotazioni prima di riprendere il viaggio. Ne dà notizia il quotidiano locale Il Cittadino.

Controlli in autostrada

foto di repertorio

Una task force di controlli sugli autobus

La task force di controlli messa in campo dalle forze dell’ordine di San Donato sull’autostrada del Sole è sfociata in un amaro bilancio. Tra le contestazioni più frequenti, la carenza in merito a dispositivo di sicurezza (mancanza del kit di soccorso o di estintori funzionanti). È stata rilevata anche la presenza di passeggeri in numero superiore al consentito. Alcuni bus sono stati “pizzicati” con pneumatici lisci o luci non funzionanti.

Un’azione combinata a livello europeo

Tra gli esempi menzionati su Il Cittadino, su un autobus granturismo di una società di Piacenza diretto a Forlì non è stato trovato uno dei martelletti necessari a rompere il vetro e aprirsi una via di fuga in caso di emergenza, oltre all’estintore. È stato direttamente il datore di lavoro a raggiungere il dipendente e a portare con sé il materiale necessario a colmare le lacune e riprendere il viaggio. Quella della polstrada di San Donato, si legge ancora sul quotidiano lodigiano, è un’azione combinata, a livello europeo, con «l’obiettivo di sviluppare la consapevolezza comune, tra conducenti e utenti della strada, che in ogni momento le forze di polizia stradale dell’Unione Europea operano attraverso uguali strumenti e modalità» nell’ambito della campagna “Truck and Bus”, organizzata da Tispol, il network europeo delle polizie stradali.

2018-11-23T14:32:37+00:0022 Ottobre 2018|Categorie: TURISMO|Tag: |