A quasi un anno di distanza dal suo debutto sulle strade di Sofia, il Chariot e-bus è stato annoverato tra i migliori autobus elettrici da uno dei più prestigiosi istituti di ricerca automobilistica mondiale durante la fiera di ElekBu 2015. Nato per limitare le emissioni inquinanti nella capitale della Turchia, il bus è in grado di percorrere oltre 20 km con una sola ricarica grazie ad un sistema di accumulazione di energia a batterie che permette lo stoccaggio dell’energia prodotta in frenata utilizzandola durante le fasi di marcia. Le performance del Chariot e-bus, sviluppato da Chariot Motors, Higher e Aowei, sono state monitorate nel mese di ottobre dello scorso anno dal laboratorio Belicon dell’Università di Landshut da cui sono emerse prestazioni che pochi altri mezzi sono in grado di eguagliare. Il consumo giornaliero è infatti di soli 0.95 kWm/h contro gli 1.5 kWh/km degli altri autobus elettrici in circolazione. Sempre durante la fase di monitoraggio sono state testate le capacità di consumo del mezzo in condizioni ambientali intense, dai -12 ai -35 gradi, riscontrando risultati notevoli. Il Cheriot e-bus, a differenza di altri bus elettrici, non ha bisogno di alimentazione elettrica in cielo grazie ai propri ultra condensatori, riducendo così i costi di costruzione e di mantenimento dell’infrastruttura. Ma non è tutto. L’autobus di per sé non produce direttamente nessuna emissione di CO2 e anche le emissioni indirette nella generazione di energia si attestano sui livelli inferiori del 50% rispetto ai bus a diesel.

[fusion_builder_container hundred_percent=”yes” overflow=”visible”][fusion_builder_row][fusion_builder_column type=”1_1″ background_position=”left top” background_color=”” border_size=”” border_color=”” border_style=”solid” spacing=”yes” background_image=”” background_repeat=”no-repeat” padding=”” margin_top=”0px” margin_bottom=”0px” class=”” id=”” animation_type=”” animation_speed=”0.3″ animation_direction=”left” hide_on_mobile=”no” center_content=”no” min_height=”none”]

 

 [/fusion_builder_column][/fusion_builder_row][/fusion_builder_container]

In primo piano

Mercedes eCitaro Fuel Cell, l’idrogeno per un’autonomia…alle Stelle

Il lancio ufficiale è arrivato alle porte dell’estate 2023, quando Daimler Buses scelse il palcoscenico del Summit UITP di Barcellona per la premiere mondiale del suo primo autobus a idrogeno, il Mercedes eCitaro Fuel Cell, in versione articolata da 18 metri. Si tratta di fatto di un’evoluzione dell...

Crossway Mild Hybrid NF: così Iveco Bus cavalca l’onda ibrida leggera

L’interurbano normal floor più diffuso in Europa non poteva non avvicinarsi a quella che qualcuno definisce ‘moda del momento’, cioè il mild hybrid. E lo fa in occasione degli ultimi aggiornamenti omologativi che riguardano il pacchetto Gsr2 nonché dell’interessante restyling frontale con tanto di n...

Articoli correlati

Autolinee Toscane, un nuovo bus ogni 2 giorni

Un bus ogni due giorni da ora a fine 2024, e poi il grande balzo che vedrà due bus nuovi ogni giorno (festivi e domeniche compresi) sulle strade della Toscana per garantire un servizio di trasporto pubblico locale sempre più efficace, efficiente e sostenibile sia dal punto di vista ambientale che so...

Riviera Trasporti, niente gestione in-house del tpl di Imperia

“Non ci sono le condizioni per l’affidamento in house, devono essere garantite efficienza ed economicità, che mancano nel piano industriale presentato da Riviera Trasporti“. Così il presidente della Provincia Claudio Scajola, ha aperto il getto di una doccia gelata all’operatore ci...
Tpl