Brescia Mobilità comunica con una nota l’introduzione di 147 nuove paline di fermata smart, che andranno a sostituire le 70 attualmente presenti con l’obiettivo di potenziare la qualità dell’informazione ai viaggiatori.

Paline di fermata smart: le novità introdotte

Le nuove paline in corso di installazione a Brescia sono dotate di tecnologia E-INK che, grazie ai consumi ridottissimi, consente il funzionamento con batteria a lunga durata senza alcun collegamento elettrico. Operando in completa autonomia, le paline possono essere installate in qualsiasi punto senza dover effettuare scavi. Un altro aspetto positivo è la migliore leggibilità del display di 13’ che risulta perfettamente visibile anche sotto la luce del sole, diversamente dai display standard di difficile consultazione.

Un altro importante vantaggio in termini di accessibilità al servizio di trasporto pubblico, è la presenza del vocalizzatore acustico. Sul palo di queste nuove paline di fermata smart è infatti posizionato un pulsante che, una volta premuto, attiva il vocalizzatore integrato che riproduce quanto indicato sul display, fornendo così informazioni anche alle persone con difficoltà visive.

Brescia punta sull’innovazione tecnologica

L’installazione delle prime 75 paline è iniziata in questi giorni e la posa sarà completata indicativamente entro giugno 2021. Le paline di fermata smart saranno installate non soltanto sul suolo cittadino, in punti strategici e ad alto utilizzo da parte degli utenti, ma anche nei 14 comuni dell’area urbana servita da Brescia Trasporti.

Per l’azienda, che ha investito quasi 400.000 euro in questo importante progetto, si tratta di un passo tecnologico particolarmente significativo. Le nuove paline intelligenti andranno infatti a sommarsi ai vantaggi introdotti con l’arrivo dell’AVM, che permette di monitorare tutti i bus in movimento fornendo informazioni in tempo reale sia in fermata sia tramite Bresciapp!. Un’ulteriore testimonianza dell’attenzione che da sempre il Gruppo Brescia Mobilità dedica a tutte le forme di tecnologia, per rendere il sistema di mobilità integrato sempre più accessibile ed in linea con i più elevati standard nazionali ed europei.

In primo piano

Indcar Mobi, l’urbano a gas ha un’autonomia al top

Quello della transizione energetica è il tema centrale su cui ruotano presente e futuro del settore del trasporto pubblico, e non solo. La graduale messa al bando delle soluzioni diesel apre infatti a nuovi scenari. E se le soluzioni elettriche non hanno ancora fatto breccia, le motorizzazioni a gas...

VDL Italia: nuovo team commerciale e la ripartenza del turismo

La tempesta Covid, il focus sulla sicurezza, le iniziative per i clienti travolti dalla crisi. E ora, il mercato che riparte e i Classe III che tornano finalmente a solcare le autostrade del Belpaese. VDL Italia si presenta al rilancio del mercato turistico forte di una gamma che ha già dimostrato i...

Giorgio Zino, presente e futuro di Iveco Bus

Post pandemia, investimenti e sguardo al domani. La transizione elettrica? Ha frenato, ma sta ripartendo. La produzione? È tornata a livelli pre Covid. Abbiamo incontrato Giorgio Zino, Business Director Italy and Greece Iveco Bus che ci ha tratteggiato il presente e il futuro del gruppo. Giorgio Zin...

Cloud-based e multicanale. La bigliettazione secondo Praticko

Le nuove tecnologie sono la principale chiave per migliorare la competitività e uscire dalla crisi. Al centro dei cambiamenti c’è il Cloud, considerato come lo strumento abilitante per eccellenza per progetti di digital transformation che, per propria natura, necessitano di praticità, flessibilità e...

Articoli correlati

Eni, al via partnership con Telepass per mobilità

Telepass ed Eni hanno sottoscritto una partnership che prevede l’attivazione dei Telepass Point presso le Eni Live Station convenzionate in tutta Italia e il pagamento del carburante tramite l’app Telepass Pay in 350 Eni Live Station ad oggi, e successivamente in tutta la rete delle stazioni di serv...