citymood-03

Si è tenuta il 26 novembre 2013 nella storica sede di Bologna la Preview della nuova gamma di autobus, Euro 6 ed elettrici: Citymood, Vivacity, Zeus ed e-Vivacity a marchio BredaMenarinibus, l’azienda del gruppo Finmeccanica che da quasi un secolo progetta e produce mezzi per il trasporto pubblico su gomma. Si è trattato del primo appuntamento per il lancio della nuova gamma che, a partire dalla primavera 2014, sarà protagonista del roadshow CityToCity Days che toccherà nove città italiane: Milano, Padova, Genova, Firenze, Grosseto, Roma, Ancona, Napoli e Bari.   La presentazione si è svolta in via San Donato 190, all’interno degli storici impianti produttivi dell’azienda, in un contesto architettonico di storia industriale di metà  Novecento di grande impatto e suggestione, e hanno partecipato oltre duecento professionisti da tutta Italia: amministratori dei Comuni, Province e Regioni, potenziali acquirenti, giornalisti della stampa specialistica nazionale e locale.  Dopo l’arrivo degli ospiti alle ore 11, i saluti di benvenuto sono stati affidati al Presidente Giovanni Pontecorvo, che ha sottolineato l’investimento coraggioso da parte di BredaMenarinibus, l’unica azienda in Italia a produrre una gamma completa di autobus per il trasporto urbano, deciso in un momento di forte crisi del trasporto pubblico locale. Oggi, dopo anni di assoluta carenza finanziaria, il mercato vede una prospettiva interessante grazie allo stanziamento annuale aggiuntivo di 100 milioni di euro per l’acquisto di mezzi su gomma per il triennio 2014/2016, previsto dalla legge di stabilità.  È seguito l’intervento del Direttore Generale Nunzio Saporoso, che ha introdotto la parte tecnica sui nuovi autobus, evidenziandone le chiavi per il loro successo: qualità, innovazione, sostenibilità ambientale e design tutto italiano.   La nuova gamma BredaMenarinibus comprende:  Una nuova piattaforma, Citymood, composta da veicoli diesel e metano (CNG) da 10.5, 12 e 18 m Euro 6 La rivisitazione di un modello di grande successo, il Vivacity, presentato nelle versioni 8 e 9.4 m con le motorizzazioni Euro 6 diesel e CNG, e per la prima volta in una versione full electric da 8m denominata e-Vivacity Il minibus elettrico Zeus in una versione più capiente e dalle prestazioni incrementate  L’approfondimento tecnico è stato affidato a Lorenzo Minelli, Capo dell’Ufficio Tecnico BredaMenarinibus, che ha spiegato come i nuovi autobus sono concepiti non più come semplice mezzo di trasporto, ma come un SISTEMA Autobus che comprende il mezzo e i servizi, in grado di integrarsi con le infrastrutture e la gestione flotte delle aziende di TPL.
Grazie alla collaborazione con la consorella Selex ES, i veicoli possono essere equipaggiati con una suite di sistemi per la localizzazione dei mezzi, la videosorveglianza a bordo, la bigliettazione elettronica, il conteggio passeggeri, l’intrattenimento e le comunicazioni al pubblico, la trasmissione dati e voce tra veicolo e centrale operativa, la diagnostica e l’analisi delle emissioni. Gli equipaggiamenti Selex ES per i nuovi autobus consistono in una suite di sistemi automatizzati per la gestione dei veicoli, basata sull’offerta CITIESavm dell’azienda. In particolare, il sistema Selex ES integra componenti che spaziano: dalla localizzazione in tempo reale dei mezzi alla videosorveglianza a bordo, al sistema di bigliettazione elettronica, al conteggio dei passeggeri, ai sistemi multimediali per l’intrattenimento e le comunicazioni al pubblico, al sistema di trasmissione dati e voci tra veicolo e centrale operativa, fino alla diagnostica e all’analisi delle emissioni del mezzo. L’offerta Selex ES si completa con i moduli software installati presso il centro di controllo dell’azienda di trasporto pubblico, come il sistema di monitoraggio delle flotte, la centrale operativa, il sistema di gestione dei depositi e il sistema per l’ottimizzazione delle operazioni di manutenzione. Le soluzioni Selex ES sono già in uso in diverse città italiane, tra cui: Roma, Firenze, Genova, Milano e Torino, con più di 8000 autobus equipaggiati.  Alle ore 12 la cerimonia di inaugurazione, con la scopertura dei veicoli da parte del Presidente, sottolineata da un accompagnamento musicale, e la visita nei loro interni, con tutti gli addetti dell’azienda a disposizione degli ospiti per il Question time.   La nuova gamma Citymood, Highlights Nuova Architettura di prodotto. Nuove sono le dimensioni dei veicoli: 10.5, 12 e 18 m, tutti con larghezza 2550 mm. Sono state sfruttate al massimo le dimensioni previste per la categoria, per garantire la migliore abitabilità in tutte le configurazioni richieste dal mercato, sia per quanto riguarda i posti a sedere sia per quanto concerne i corridoi, le aree di transito (uscita/entrata) e l’alloggiamento carrozzine e disabili. Il posto di guida è stato studiato per ottenere una migliore visibilità da parte del conducente e migliorare l’interazione uomo/macchina.  Modularità e Standardizzazione di sistemi e componenti applicati. La nuova gamma di veicoli, da 10,5 a 18 m, diesel e CNG, è concepita in modo modulare per una più efficiente gestione della flotta. L’ingegneria BredaMenarinibus ha standardizzato componentistica e sistemi  per permettere a chi sceglie la gamma Citymood di ottimizzare le operazioni di smontaggio/montaggio in assistenza e l’ottimizzazione del  magazzino ricambi.  Le attività manutentive risultano quindi agevolate in termini di tempi e costi orari dei committenti. Il vano motore è unico per tutte le lunghezze e motorizzazioni, da cui deriva un’unica strategia di assistenza e manutenzione.   Innovazione nei sistemi e componenti veicolo. Il nuovo telaio è stato progettato in modo da poter essere costruito sia in acciaio al carbonio che inossidabile, con un evidente miglioramento in termini di durata, sicurezza e confort dinamico, di consumi e di capacità di carico. Inoltre, nuove applicazioni di sistemi e componenti garantiscono best practice che permettono a BredaMenarinibus di porsi come riferimento a livello di prestazioni, emissioni, consumi e  sicurezza attiva (nuovo EBS, ESP).   La normativa EURO 6 Euro 6 è l’ultima normativa in materia di emissioni dei motori diesel e gas fissata dalla Commissione Europea. Con la sua entrata in vigore, le emissioni di ossido di azoto saranno ridotte in misura considerevole. Le emissioni  di particolato non potranno superare il limite massimo di 0,01 g/kWh (con una riduzione del 50% rispetto alla normativa Euro 5). Per le emissioni combinate di idrocarburi e di ossidi di azoto, è prevista una riduzione media del 70% rispetto ai precedenti limiti Euro 5 / EEV.

In primo piano

Scania Citywide Lf Cng. Scoprilo in un video

Scania Citywide Lf Cng. Sostenibilità è il mantra del nostro presente e futuro. In un settore chiave come quello dei trasporti e del trasporto pubblico urbano, politica e industria stanno lavorando per una mobilità davvero sostenibile. Tra i player del settore che si stanno muovendo in questo solco ...

Articoli correlati

IT-TRANS 2022: l’edizione di marzo rinviata a maggio, causa Covid

Durante la pandemia di coronavirus, UITP ha lavorato per assicurarsi che i propri eventi potessero svolgersi nelle migliori circostanze e nel formato più giusto per questi tempi che cambiano.Ora, considerando la situazione in corso, l’Associazione Internazionale del Trasporto Pubblico ha preso...

Iveco Group debutto a Piazza Affari

Iveco Group debutto a Piazza Affari. Oggi, su Euronext Milan, sono iniziate le negoziazioni delle azioni di Iveco Group. Il nuovo Gruppo nasce dalla scissione delle attività Commercial & Specialty Vehicles (Veicoli Commerciali e Speciali), Powertrain e dei relativi Servizi Finanzi...