A Bergamo arriveranno 24 milioni dal Ministero per l’acquisto di 100 nuovi autobus ecologici. L’Amministrazione ha infatti inviato negli scorsi giorni al MIMS la scheda tecnica per l’assegnazione di ulteriori 17 mln per il rinnovo della flotta di mezzi del Trasporto pubblico locale per il periodo 2024-2033.

Nuovi autobus ecologici a Bergamo: i finanziamenti dal MIMS

Il finanziamento per i nuovi autobus ecologici per la città di Bergamo nasce dall’iniziativa del MIMS, di concerto con i Ministeri dello Sviluppo Economico (MISE) e dell’Economia e delle Finanze (MEF). La cifra si aggiunge ai 7,6 milioni già assegnati per il triennio 2019-2023 per un totale di oltre 24 milioni, che ha già permesso l’acquisto dei primi autobus nuovi da parte di ATB. A questi finanziamenti si aggiungono altri 14,5 milioni di cofinanziamento da parte di ATB Consorzio, per un totale complessivo di 38,5 milioni di investimento e l’acquisto potenziale di un centinaio di autobus, volto a concretizzare già per il 2025 l’obiettivo di un chilometraggio svolto interamente con mezzi full-electric, mezzi ibridi (con la possibile nuova tipologia dell’ibrido metano/elettrico) e a metano. La ripartizione e l’entità degli acquisti tra le diverse tecnologie può essere rivista nel corso degli anni in relazione all’evoluzione delle stesse in termini di costi ed efficienza.

Il commento dell’amministrazione

«Si realizza così – spiega l’Assessore alla mobilità Stefano Zenoniun insieme di investimenti molto significativo, che testimonia l’importanza della pianificazione strategica nell’ambito del Trasporto pubblico locale, per renderlo più efficiente, attraente ed ecologico, e quindi sempre più preferibile nelle modalità quotidiane di spostamento dei cittadini. Gli obiettivi in termini di riduzione delle emissioni inquinanti e di quelle responsabili del cambiamento climatico assumono una netta centralità.»

«ATB – sottolinea Enrico Felli, Presidente di ATBesprime particolare soddisfazione per l’assegnazione di questi finanziamenti che, nonostante le difficoltà di carattere economico legate alla pandemia, consentiranno di mantenere l’ambizioso piano di investimenti deliberato dal consiglio di Amministrazione, finalizzato al rinnovamento della flotta con l’eliminazione dei mezzi a gasolio entro il 2025 a conferma della vocazione ecologica dell’Azienda, fortemente voluta da tutte le sue componenti e dall’Amministrazione Comunale

In primo piano

Articoli correlati

Tpl Fvg e Trieste Trasporti lanciano il servizio del bus a chiamata

Un “nuovo” e più veloce collegamento tra Trieste e le località più periferiche dell’altopiano del Carso, in particolare il versante Est. Già, perché Tpl Fvg e Trieste Trasporti sono in procinto di lanciare – da lunedì 23 maggio – il nuovo servizio sperimentale di trasporto a chiamata. Il bus a chiam...
Tpl

23 nuovi autobus ibridi Mercedes per Autoguidovie

Entreranno a breve in servizio, operando nell’area Monza-Brianza e Milano Sud-Est. Autoguidovie taglia le emissioni – stimando un risparmio di CO2 pari a 50t l’anno, che equivalgono alla capacità di assorbimento di 12000 alberi in ambito urbano – e presenta in piazza Roma a Monza i nuovi autobus del...

Tpl Sardegna, sette milioni di euro per pensiline e aree di fermata

La Giunta regionale della Sardegna, con una delibera approvata nelle ultime ore su proposta dall’assessore dei Trasporti, Giorgio Todde, ha stanziato 7 milioni di euro per la realizzazione e il potenziamento delle pensiline e delle aree di fermata degli autobus del servizio di tpl su gomma sul...
Tpl

Atac e Club Italia lanciano il progetto MaaS a Roma

Uscire di casa e arrivare a destinazione grazie a un percorso integrato intelligente, economico e che fa bene all’ambiente. E, ancora, far crescere la quota modale del trasporto pubblico diminuendo il numero delle auto in città. È questo l’obbiettivo del Mobility as a Service (MaaS), una...