Ormai da un mese sono entrati in servizio in Provincia di Monza e Brianza 7 nuovi autobus MercedesBenz “Citaro C2”. I nuovi bus sono principalmente usati sulle linee, z205, z222, z225 z227 e quindi trai i Comuni di Sesto San Giovanni, Cinisello Balsamo, Muggiò, Nova Milanese, Lissone, Monza, Varedo, Limbiate. Per la prima volta a bordo di un autobus ribassato urbano/suburbano si è introdotta la protezione contro gli urti frontali, soluzione oggi presente solo su autobus turistici, soddisfacendo in anticipo le più stringenti normative in materia di sicurezza (normativa ECE R29 e ECE R66-01). Il posto guida è stato riprogettato innalzandone la posizione ed aumentando così l’angolo di visuale frontale. Anche gli specchi retrovisori sono stati rialzati in modo da ridurre gli angoli bui durante le manovre. Anche il sistema di ventilazione e climatizzazione è stato riprogettato all’insegna del massimo comfort; o sbrinamento dei vetri, da sempre un punto di forza del “Citaro”, è stato ulteriormente migliorato garantendo un’ottimale visuale in ogni circostanza atmosferica. Un innovativo sistema per recuperare l’energia cinetica prodotta in fase di spinta (rilascio acceleratore, frenata o discesa) è un’altra delle peculiarità di questo veicolo. Infatti l’energia generata in fase di spinta viene stoccata in appositi condensatori posti nel comparto batterie, per essere poi rilasciata nella rete di bordo quando il veicolo richiede maggiori prestazioni; in questo modo, l’energia creata “a costo zero” e reimmessa nel circuito permette di diminuire la richiesta di corrente agli alternatori. Ne consegue un motore più prestazionale e ancor più amico dell’ambiente. Fari allo xeno con assistenza in fase di svolta, strisce a led per illuminare le soglie di accesso, videocamere a colori a controllo delle porte e delle manovre in retromarcia, impianto di videosorveglianza di sicurezza a circuito chiuso sono solo alcuni dei diversi optional che Autoguidovie ha scelto per questi nuovi “Citaro C2”. Infine la nuova configurazione dei posti è stato studiata per agevolare il rapido deflusso dei viaggiatori verso la parte centrale del mezzo, liberando rapidamente la parte anteriore nei pressi del conducente, assicurandone così una più ampia e libera visuale durante la marcia. Questa soluzione oltre a migliorare l’abitabilità interna, ha permesso un aumento del numero complessivo di posti disponibili, oltre le 100 persone e risulta quindi particolarmente adeguata su linee a carattere suburbano, dove

In primo piano

Crossway Mild Hybrid NF: così Iveco Bus cavalca l’onda ibrida leggera

L’interurbano normal floor più diffuso in Europa non poteva non avvicinarsi a quella che qualcuno definisce ‘moda del momento’, cioè il mild hybrid. E lo fa in occasione degli ultimi aggiornamenti omologativi che riguardano il pacchetto Gsr2 nonché dell’interessante restyling frontale con tanto di n...

Articoli correlati

Dieci Scania-Irizar i4 a metano per ATC Esercizio, La Spezia

La flotta di ATC Esercizio, La Spezia, ha dato il benvenuto a dieci autobus ecologici firmati Irizar su telaio Scania: si tratta del modello i4 a metano. I nuovi arrivati nella famiglia dell’operatore spezzino – che li metterà alla frusta per i profili di missione extraurbani – son...
Tpl

Dolomiti Bus, al via il servizio a chiamata Trillo a Belluno e Feltre

Il 10 giugno entrerà in vigore il nuovo orario estivo Dolomiti Bus. Dal medesimo giorno sarà anche attivo il nuovo servizio a chiamata “Trillo”. In questa fase sperimentale, il servizio interesserà le corse urbane di Belluno e Feltre, con un’estensione ai territori di Ponte nelle Alpi, Limana,...
Tpl