Autoguidovie manda gli impiegati fuori dagli uffici, a bordo dei bus con incarichi di verifica dei titoli di viaggi. E i risultati non mancano. È l’iniziativa “Tutti a bordo“, volta a far sentire ai colleghi verificatori il supporto della macchina amministrativa dell’azienda e, nel contempo, a educare i passeggeri ad esibire il titolo di viaggio salendo al bordo dei bus. autoguidovie

Autoguidovie aumenta i biglietti venduti

L’iniziativa “Tutti a bordo”, lanciata il 25 settembre, non si concluderà prima della fine dell’anno. Coinvolti sono tutti gli impiegati quadri e dirigenti, dall’officina all’ufficio personale di Autoguidovie. L’azienda ha diramato recentemente i dati delle attività svolte finora nell’ambito del progetto: «fino ad oggi abbiamo incontrato 43.569 clienti, di cui oltre 60% studenti, abbiamo controllato 1.643 corse, abbiamo venduto 299 titoli a bordo ma soprattutto le vendite del mese di ottobre sono incrementate del 4% nell’area Cremasca, del 3% nell’area Sudest Milano, del 10% nell’area Monzese», si legge nella nota diramata dagli uffici di Autoguidovie.

autoguidovie

Più biglietti singoli del previsto

Autoguidovie rimarca come «Tutto si è svolto in un clima di grande serenità e quindi dobbiamo ringraziare i passeggeri, normalmente collaborativi a mostrare il titolo di viaggio. Soprattutto presso le scuole avremmo pensato di trovare più abbonamenti, più comodi e convenienti, e invece il numero di biglietti di corsa semplice, soprattutto tra gli studenti, resta ancora rilevante: dal 6% dell’area Cremasca, all’11% dell’area Sudest Milano, al 18% dell’area Monzese. Ci auguriamo che le scuole ci aiutino a sensibilizzare le famiglie ad educare i figli a un uso responsabile del trasporto pubblico, comprando loro l’abbonamento, soprattutto considerando ormai quasi certa la notizia che nella prossima Finanziaria verrà inserita la detrazione al 19% degli abbonamenti per tutti coloro che usano il trasporto pubblico fino a 250 €».

autoguidovie

A Desio focus sulla sicurezza

Intanto, nei giorni scorsi Autoguidovie ha messo in piedi una collaborazione con il comando dei carabinieri di Desio, comune in provincia di Monza e Brianza, finalizzata a migliorare il livello di sicurezza sui bus soprattutto in orario serale. Il 31 ottobre, dalle 18.30 alle 22:30 il personale di Autoguidovie, con la supervisione dell’Arma sia in divisa che in borghese, ha svolto controlli su 16 corse per un totale di 200 utenti: 43 sono risultati sprovvisti di biglietto e di questi 14 hanno provveduto al pagamento della sanzione sul posto. Soltanto un utente, sprovvisto di documenti, è stato accompagnato in Caserma dai militari per le conseguenti procedure inerenti la permanenza irregolare sul territorio nazionale. Autoguidovie si è già attivata con le Forze dell’Ordine competenti su altri territori per allargare la rete dei controlli e migliorare sempre di più la sicurezza a bordo dei bus.

 

In primo piano

Crossway Mild Hybrid NF: così Iveco Bus cavalca l’onda ibrida leggera

L’interurbano normal floor più diffuso in Europa non poteva non avvicinarsi a quella che qualcuno definisce ‘moda del momento’, cioè il mild hybrid. E lo fa in occasione degli ultimi aggiornamenti omologativi che riguardano il pacchetto Gsr2 nonché dell’interessante restyling frontale con tanto di n...

Articoli correlati

Dieci Scania-Irizar i4 a metano per ATC Esercizio, La Spezia

La flotta di ATC Esercizio, La Spezia, ha dato il benvenuto a dieci autobus ecologici firmati Irizar su telaio Scania: si tratta del modello i4 a metano. I nuovi arrivati nella famiglia dell’operatore spezzino – che li metterà alla frusta per i profili di missione extraurbani – son...
Tpl

Dolomiti Bus, al via il servizio a chiamata Trillo a Belluno e Feltre

Il 10 giugno entrerà in vigore il nuovo orario estivo Dolomiti Bus. Dal medesimo giorno sarà anche attivo il nuovo servizio a chiamata “Trillo”. In questa fase sperimentale, il servizio interesserà le corse urbane di Belluno e Feltre, con un’estensione ai territori di Ponte nelle Alpi, Limana,...
Tpl