Autoguidovie ha presentato il progetto per elettrificare la propria flotta di autobus, che renderà il trasporto pubblico di Pavia completamente a zero emissioni. L’annuncio è arrivato in occasione di una conferenza stampa organizzata dal Comune di Pavia, come parte della rassegna cittadina di eventi in occasione della Settimana Europea della Mobilità (16 – 22 settembre 2021).

Autoguidovie, il progetto elettrico a Pavia

Gli autobus elettrici di Autoguidovie per la città di Pavia saranno acquistati grazie ai fondi ministeriali messi a disposizione del PSNMS (Piano strategico nazionale della mobilità sostenibile), pensati per il rinnovo del parco autobus e il miglioramento della qualità dell’aria delle città. Autoguidovie ha delineato un progetto articolato: l’azienda intende mettere in servizio, in una prima fase, una flotta di 25 autobus elettrici per poi implementarla con l’obiettivo di avere soltanto bus a emissione zero.

Il progetto vede come Linee pilota la Linea 3c (Montebolone-Centro-Stazione FS) e la Linea 6 (Tavazzani-Centro-C.na Pelizza) caratterizzanti l’intera rete del servizio cittadino per carichi, lunghezza, velocità commerciale, tortuosità e manto stradale del tracciato.

Autoguidovie ha inoltre posto l’accento sul “Bus2School”, l’innovativo servizio di trasporto bus dedicato agli studenti delle scuole superiori che vanno a scuola a Pavia e Vigevano e utilizzano le linee extraurbane. Si tratta di linee di autobus speciali a prenotazione che, sommandosi al normale servizio di linea già potenziato, permette agli studenti di viaggiare in comodità e sicurezza garantendo, in anticipo, il posto a bordo nel rispetto delle norme anti-Covid. Le corse dedicate a prenotazione, infatti, garantiscono il distanziamento tra i passeggeri assicurando anche l’effettiva disponibilità senza problemi di sovraffollamento.

La presentazione del progetto

All’incontro di presentazione del progetto di Autoguidovie, tenutasi all’interno dell’aula consigliare del Comune di Pavia, hanno partecipato il vicesindaco di Pavia Antonio Bobbio Pallavicini; Luca Tosi, direttore generale Agenzia del Trasporto Pubblico Locale del bacino della Città Metropolitana di Milano, Monza e Brianza, Lodi e Pavia; Andrea Poggio, responsabile nazionale mobilità sostenibile Legambiente; il Prof. Andrea Zatti, Referente tecnico di Ateneo per la Sostenibilità e il Dott. Davide Barbieri, Mobility Manager dell’Università di Pavia. A rappresentare Autoguidovie, l’AD Stefano Rossi e Gabriele Mariani, direttore Operations. Per l’occasione, all’esterno del palazzo comunale è stata esposto un modello dimostrativo di autobus elettrico da 12 metri che sarà testato sulle strade di Pavia per tutta la settimana.

«Affrontiamo questa sfida con entusiasmo e determinazione, nella consapevolezza di sostenere una visione all’avanguardia – ha dichiarato il Vicesindaco e Assessore alla Mobilità del Comune di Pavia, Antonio Bobbio PallaviciniL’obiettivo è incidere positivamente sulla sostenibilità ambientale e agevolare la vita quotidiana dei cittadini. Con questo progetto muoviamo un passo preciso e deciso in questa direzione, e siamo pronti ad accogliere tutti i futuri passaggi che contribuiscano agli sviluppi in questo campo».

«La flotta Autoguidovie di Pavia è già oggi la più moderna e “green” d’Italia. L’età media del parco circolante è infatti pari a 3 anni contro i 12 della media italiana – ha dichiarato Stefano Rossi, amministratore delegato di Autoguidovie – Tutti i nostri autobus sono inoltre connessi con le paline delle fermate, equipaggiati con sistema di videosorveglianza e presentano l’ingresso facilitato e ribassato nonché la postazione per disabili. Un’eccellenza che rappresenta per Autoguidovie la base di partenza per continuare a investire nel territorio. La messa in esercizio dei primi 25 autobus elettrici, infatti, diventerà un valore aggiunto per la città di Pavia e per tutti i cittadini che vi risiedono».

Il tema della sostenibilità ambientale è il perno sui cui ruota l’azione di Autoguidovie e la transizione elettrica ne rappresenta un tassello fondamentale. «Si tratta certamente di un passaggio delicato anche sotto il profilo tecnico ed è per questo che abbiamo costituito uno specifico gruppo di lavoro di ingegneri a cui abbiamo affidato il compito di accelerare i processi di digitalizzazione ed elettrificazione dell’intero gruppo», ha concluso Stefano Rossi.

In primo piano

Citymood 12e, il tour-test su e giù per lo Stivale è un successo

Mancavano una manciata di settimane alla fine del 2021 quando, in quel di Flumeri, Industria Italiana Autobus lanciava il primo elettrico di casa. Il nome di battesimo? Citymood 12e, di fatto il primo ebus interamente progettato e realizzato in Italia. Una novità tutta made in Italy ben accolta dal ...

Articoli correlati

Consip, da gennaio ordinati circa 1.000 autobus

Consip. È in piena attuazione il piano del Ministero delle Infrastrutture e della Mobilità Sostenibili (Mims) per l’ammodernamento e la transizione ecologica del parco autobus destinato al Trasporto Pubblico Locale (TPL). Grazie al proficuo rapporto di collaborazione instaurato con Consip per offrir...

Tpl Sardegna, confermate le agevolazioni tariffarie per gli studenti

Sono state confermate anche per l’anno scolastico 2022-23 le agevolazioni tariffarie per gli studenti che utilizzano i mezzi di trasporto pubblico locale. Lo ha deciso la Giunta regionale della Sardegna con una delibera proposta dall’assessore dei Trasporti, Giorgio Todde, che ha stanzia...
Tpl