Solaris mette lo zampino in veste elettrica anche nel mercato francese. I due autobus Solaris Urbino 8,9 Le ordinati dall’operatore di Frontignon Thau Agglo sono i primi Solaris a zero emissioni a prender posto nella flotta di un azienda transalpina. La Francia è così l’ottava nazione europea a beneficiare dei prodotti più avanzati del costruttore polacco, che con l’Urbino 12 Electric si è aggiudicato il Bus of the year 2017, e che ha recentemente debuttato nel mercato olandese e in quello del lussemburgo.

Prima i test, ora l’acquisto

Thau Agglo, prima di decidersi a formalizzare l’acquisto, ha sperimentato le qualità del modello lungo una fase di test svoltasi nelle prime settimane del 2017. I due mezzi saranno consegnati a metà dicembre. Niente pantografo per loro: gli autobus elettrici saranno ricaricati nella modalità tradizionale plug-in. 160 kWh è la capacità delle batterie, che saranno di volta in volta “riempite” attraverso un sistema di ricarica da 80 kWh fornito sempre da Solaris e parte del contratto. All’interno del bus non mancheranno aria condizionata, illuminazione led e sistema di videosorveglianza.

 

In primo piano

Mercedes eCitaro Fuel Cell, l’idrogeno per un’autonomia…alle Stelle

Il lancio ufficiale è arrivato alle porte dell’estate 2023, quando Daimler Buses scelse il palcoscenico del Summit UITP di Barcellona per la premiere mondiale del suo primo autobus a idrogeno, il Mercedes eCitaro Fuel Cell, in versione articolata da 18 metri. Si tratta di fatto di un’evoluzione dell...

Crossway Mild Hybrid NF: così Iveco Bus cavalca l’onda ibrida leggera

L’interurbano normal floor più diffuso in Europa non poteva non avvicinarsi a quella che qualcuno definisce ‘moda del momento’, cioè il mild hybrid. E lo fa in occasione degli ultimi aggiornamenti omologativi che riguardano il pacchetto Gsr2 nonché dell’interessante restyling frontale con tanto di n...

Articoli correlati