Autobus elettrici, un debutto in Romania. Ci pensa Solaris

Sono targati Solaris i primi autobus elettrici a correre sulle strade della Romania. Il costruttore polacco ha infatti siglato un contratto quadro con l’amministrazione di Cluj-Napoca: è prevista la consegna di 30 autobus elettrici in tre anni. Per l’occasione, i Solaris Urbino 12 (forniti con pantografo) saranno attrezzati con motore elettrico realizzato dall’azienda polacca Medcom, e non con il rodato assale elettrificato di Zf, il quale campeggia invece nella scheda tecnica dei cinque modelli in partenza per la Norvegia, dove entreranno a far parte della flotta dell’operatore Boreal Norge As, leader del tpl del paese nordico.

Autobus elettrici Solaris

Una prima per la Romania

Un accordo quadro da trenta mezzi in un triennio, e un contratto all’anno per sancire mano a mano il ritmo delle consegne. Sono questi i pilastri su cui si regge la commessa recentemente incassata da Solaris in Romania. Un accordo che segna il debutto degli autobus elettrici nel paese est-europeo. Il primo ordine da dieci autobus dovrebbe essere concluso entro nove mesi. Il progetto è parzialmente finanziato dal Romanian-Swiss Cooperation Program e servirà ad implementare il trasporto pubblico di Cluj-Napoca, una città da 300mila abitanti situata nel nord ovest della Romania. I veicoli, motorizzati con propulsore elettrico firmato Medcom, potranno contare su 160 kW di potenza e 200 kWh di capacità di storaggio da parte delle batterie. L’investimento comprende anche le strutture di ricarica: 11 a plug-in e 2 punti di ricarica rapida mediante pantografo. Gli autobus elettrici saranno dotati di aria condizionata e di sistema di videosorveglianza interno ed esterno. A bordo sarà presente connessione wifi gratuita a disposizione dei passeggeri. La relazione tra Solaris e la Romania, che ora vive il suo primo vagito in ambito elettrico, dura da 15 anni: il veicolo inaugurale, primo di oltre 170 mezzi transitati tra Bolechowo e Bucarest, era un Trollino da 12 metri.

Un quintetto di autobus elettrici pronti per la Norvegia

All’estremo nord del continente, nel frattempo, Solaris si è aggiudicata un contratto da cinque nuovi autobus elettrici Urbino 12. I mezzi inizieranno la propria attività a partire dall’estate 2018. In questo caso, i mezzi che enteranno in servizio per Boreal Norge As saranno mossi dall’assale elettrificato Ave 130, punta di diamante del listino di Zf sempre più orientato verso le esigenze degli autobus elettrici. E lo storaggio? 146 kWh di batterie Solaris High Power. I mezzi, pur dotati di pantografo, saranno ricaricati solamente via plug-in.

Di più sull’autore: