Uno studio di fattibilità per una linea di autobus elettrici in sede propria sull’asse della Paullese. È l’idea uscita dal cilindro dell’assessore alla mobilità milanese Marco Granelli, condivisa coi sindaci della zona e annunciata ieri alla stampa nonché divulgata tramite social network.

Un toccasana per i pendolari

Sulla strada provinciale 415, che corre da Milano a Crema attraversando un’area di hinterland ad alto tassi di pendolari che quotidianamente si recano per lavoro nella metropoli, è stata per qualche tempo in auge l’idea di un prolungamento della metropolitana gialla, con tanto di petizioni e raccolte firme. La proposta, scrive Granelli, costerebbe almeno 800 milioni ed è già stata bloccata dalla Corte dei conti. Ecco che a farsi largo è un’altra visione del futuro della mobilità sulla provinciale: una linea a zero emissioni “nutrita” da autobus elettrici in sede propria. Ecco le parole di Granelli: «Abbiamo parlato della proposta del Comune di Milano insieme ai Comuni di san Donato, Paullo, Peschiera e altri e alla Città metropolitana e alla Regione Lombardia di effettuare uno studio di fattibilità tecnica economica per il prolungamento della M3 da San Donato a Paullo, con un BRT e cioè una linea di autobus elettrici veloci tutti in sede propria e con frequenze e stazioni uguali a quelle di una metropolitana, ma con il vantaggio di avere un rapporto costi-benefici e quindi poter essere approvata e finanziata. Nei prossimi giorni formalizzeremo l’accordo e daremo l’incarico a MM (Metropolitana milanese) di effettuare il progetto di fattibilità tecnico-economica, per poi iniziare l’iter, per il progetto definitivo e la ricerca delle risorse per la realizzazione: un processo lungo, ma che ci auguriamo possa portare un servizio di trasporto pubblico veloce, frequente e di qualità sulla Paullese».

In primo piano

Mercedes eCitaro Fuel Cell, l’idrogeno per un’autonomia…alle Stelle

Il lancio ufficiale è arrivato alle porte dell’estate 2023, quando Daimler Buses scelse il palcoscenico del Summit UITP di Barcellona per la premiere mondiale del suo primo autobus a idrogeno, il Mercedes eCitaro Fuel Cell, in versione articolata da 18 metri. Si tratta di fatto di un’evoluzione dell...

Crossway Mild Hybrid NF: così Iveco Bus cavalca l’onda ibrida leggera

L’interurbano normal floor più diffuso in Europa non poteva non avvicinarsi a quella che qualcuno definisce ‘moda del momento’, cioè il mild hybrid. E lo fa in occasione degli ultimi aggiornamenti omologativi che riguardano il pacchetto Gsr2 nonché dell’interessante restyling frontale con tanto di n...

Articoli correlati

Autolinee Toscane, un nuovo bus ogni 2 giorni

Un bus ogni due giorni da ora a fine 2024, e poi il grande balzo che vedrà due bus nuovi ogni giorno (festivi e domeniche compresi) sulle strade della Toscana per garantire un servizio di trasporto pubblico locale sempre più efficace, efficiente e sostenibile sia dal punto di vista ambientale che so...

Riviera Trasporti, niente gestione in-house del tpl di Imperia

“Non ci sono le condizioni per l’affidamento in house, devono essere garantite efficienza ed economicità, che mancano nel piano industriale presentato da Riviera Trasporti“. Così il presidente della Provincia Claudio Scajola, ha aperto il getto di una doccia gelata all’operatore ci...
Tpl