È il turno di ATM Milano nella galleria dei “Guardians of mobility” stilata da UITP, che a cadenza regolare propone sul suo sito internet storie e testimonianze di attività di trasporto pubblico in vigore nei territori colpiti dalla pandemia di Covid-19. Qualche settimana fa, lo sguardo dell’organizzazione internazionale del trasporto pubblico si è soffermato su Atb Bergamo.

ATM Milano, misure per lavorare in sicurezza

“Il personale di ATM Milano sta svolgendo servizi cruciali con grande responsabilità e senso del dovere”, ha dichiarato ad Uitp Arrigo Giana, amministratore delegato di ATM Milano.

Ove possibile, è stato chiesto al personale di lavorare a distanza, mentre al personale di prima linea sono stati forniti kit di protezione che includono guanti, maschere e una soluzione igienizzante a base di alcool per le situazioni in cui non è possibile garantire la distanza sociale. Le aree di superficie e tutti i veicoli sono regolarmente disinfettati per prevenire la diffusione del virus, e ai passeggeri è stato chiesto di utilizzare le porte posteriori e centrali per entrare nei veicoli.

ATM Milano, il crollo dell’utenza

Allo stato attuale, ATM ha faticato a ridurre i servizi di trasporto al 75% dell’offerta regolare, mentre nella rete metropolitana, il numero di corse è sceso a circa il 5% dei passeggeri abituali. In questo modo, si può garantire uno spazio sufficiente per almeno 1 metro di distanza tra i passeggeri.

“Si tratta di uno sforzo piuttosto ingente rispetto al livello di utenza”, ha dichiarato Giana. “Ma riteniamo che sia una misura essenziale per permettere alle persone di viaggiare in sicurezza, mantenendo la necessaria distanza sociale”.

L’azienda ha lanciato una campagna con la segnaletica di bordo per ricordare ai passeggeri di mantenere una distanza di 1 metro l’uno dall’altro e di non sedersi o stare in piedi in mezzo alla folla sui marciapiedi delle stazioni.

CLICCA QUI PER LEGGERE LA STORIA COMPLETA SUL SITO UITP

In primo piano

Mercedes eCitaro Fuel Cell, l’idrogeno per un’autonomia…alle Stelle

Il lancio ufficiale è arrivato alle porte dell’estate 2023, quando Daimler Buses scelse il palcoscenico del Summit UITP di Barcellona per la premiere mondiale del suo primo autobus a idrogeno, il Mercedes eCitaro Fuel Cell, in versione articolata da 18 metri. Si tratta di fatto di un’evoluzione dell...

Crossway Mild Hybrid NF: così Iveco Bus cavalca l’onda ibrida leggera

L’interurbano normal floor più diffuso in Europa non poteva non avvicinarsi a quella che qualcuno definisce ‘moda del momento’, cioè il mild hybrid. E lo fa in occasione degli ultimi aggiornamenti omologativi che riguardano il pacchetto Gsr2 nonché dell’interessante restyling frontale con tanto di n...

Articoli correlati

Autolinee Toscane, un nuovo bus ogni 2 giorni

Un bus ogni due giorni da ora a fine 2024, e poi il grande balzo che vedrà due bus nuovi ogni giorno (festivi e domeniche compresi) sulle strade della Toscana per garantire un servizio di trasporto pubblico locale sempre più efficace, efficiente e sostenibile sia dal punto di vista ambientale che so...

Riviera Trasporti, niente gestione in-house del tpl di Imperia

“Non ci sono le condizioni per l’affidamento in house, devono essere garantite efficienza ed economicità, che mancano nel piano industriale presentato da Riviera Trasporti“. Così il presidente della Provincia Claudio Scajola, ha aperto il getto di una doccia gelata all’operatore ci...
Tpl