Sabato 25 novembre sarà la Giornata Internazionale contro la violenza sulle donne. Per la ricorrenza, Atm Milano rinnova l’impegno contro ogni forma di discriminazione e il suo sostegno alle donne con la nuova campagna di sensibilizzazione “L’arte di opporsi alla violenza”, con le opere dell’artista iraniana Bahar Sabzevari.

Una campagna che l ’azienda meneghina ha scelto di dedicare anche alla collega tranviera Alessandra C., vittima di femminicidio, con una panchina rossa realizzata dai colleghi che sarà posata all’interno del deposito tram di via Leoncavallo. 

Da anni Atm è fortemente impegnata non solo nel contrasto ad ogni forma di aggressione, ma anche nel promuovere i valori di rispetto, inclusione e unicità delle persone, per dare spazio ad una cultura che accolga le specificità di tutti per una società realmente inclusiva

Potrebbe interessarti

Atm: “L’arte di opporsi alla violenza”

La campagna “L’arte di opporsi alla violenza”, presente per tutto il mese di novembre nelle stazioni della metropolitana, è la campagna che Atm ha deciso di realizzare attraverso le opere della nota artista iraniana Bahar Sabzevari, che con la sua arte si è fatta portavoce delle condizioni delle donne nel suo paese di origine e nel mondo. Il suo lavoro, fatto principalmente di autoritratti e di ritratti di donne, racconta anche attraverso dettagli onirici le speranze, le paure e i sogni del mondo femminile. 

In questi giorni, inoltre, annunci sonori verranno diffusi in metropolitana ricordano il numero gratuito nazionale antiviolenza e anti stalking 1522, a cui tutti possono rivolgersi.

In primo piano

Mercato Europa, sono 31.020 i bus&coach immatricolati nel 2023 (+21%)

31.020 contro 25.657, +5.363 unità. Il mercato dell’autobus europeo, nel corso del 2023, è cresciuto del 20,90% rispetto al 2022 (dati Chatrou CME Solutions). Segno che dopo la brusca frenata d’arresto del Covid – con tanto di conseguenze da onda lunga – l ’ecosistema è vivo. Ed è vivo, vegeto e pie...

Articoli correlati

SETA, la ricerca di autisti arriva fino alle Filippine

Alberto Cirelli, presidente di SETA, ha incontrato a Milano il console generale della Repubblica delle Filippine, Elmer G. Cato. L’incontro ha posto le basi per una possibile collaborazione, finalizzata all’assunzione di cittadini filippini, con particolare riferimento alle posizioni di autisti di a...