ATM si prepara alla ripartenza, soprattutto per la riapertura delle scuole. L’Azienda conferma e rinnova il proprio impegno mettendo in campo tutte le risorse disponibili e potenziando il servizio. Dal 13 settembre saranno quindi disponibili 200 mezzi in più, per un totale di 25 mila corse in superficie e 2.400 in metropolitana al giorno. Tutto il personale Atm, dall’Operation al Front Line, ha lavorato senza sosta per adeguare l’offerta di trasporto pubblico alle aggiornate linee guida governative. 

Ripartenza, ATM potenzia il servizio aumentando le corse e i mezzi

ATM garantisce una ripartenza adeguata alle nuove linee guida mettendo a disposizione 25mila corse al giorno e 200 mezzi in più, grazie anche all’utilizzo di bus privati, di cui 120 bus navetta solo per gli studenti, che servono 32 istituti tra i più frequentati. In superficie, in caso di raggiungimento della capacità massima del mezzo, la vettura viaggia con il messaggio “completo” e l’autista non effettua le fermate successive salvo per far scendere i passeggeri a bordo che hanno prenotato in precedenza la fermata.

Le corse sono state aumentate anche in metropolitana: 2.400 giornaliere con 8 treni aggiuntivi, il numero massimo di vetture che il sistema di sicurezza ammette contemporaneamente in viaggio sulle diverse linee. È inoltre sempre attivo il sistema di conteggio automatico dei passeggeri ai tornelli, che bloccano gli accessi in caso di raggiungimento della soglia prevista. Tramite l’App Atm Milano è possibile verificare gli orari in cui le varie stazioni sono meno frequentate.

Misure di prevenzione anti-covid

Una task force di 400 persone è poi interamente dedicata alle attività di sanificazione. Tutti i giorni i 1.600 mezzi di Atm escono sanificati per il servizio ai clienti. In più, sui treni della metropolitana vengono effettuate ulteriori attività di pulizia ai capolinea. Complessivamente, treni, autobus e tram sono sanificati almeno 2/3 volte al giorno, con igienizzazione di mancorrenti, pulsantiere, sedili, banchine, tornelli, distributrici automatiche di biglietti e tutti i punti di appoggio e contatto, tramite appositi atomizzatori.

4.000 distributori di gel igienizzante sono stati poi installati ai mezzanini della metropolitana, nelle banchine, negli Atm Point e su tutta la flotta di bus, tram e filobus. 

E’ stata potenziata anche la squadra di assistenti ai passeggeri, con 380 nuovi addetti che aiuteranno a indirizzare i flussi. A questi si aggiungono 130 controllori per il “graduale riavvio delle attività di controllo del possesso dei titoli di viaggio e delle prescrizioni relative ai dispositivi di protezione individuale, da effettuare, nella prima fase, prioritariamente a terra”, come stabilito dalle ultime linee guida governative.

Per informare i cittadini delle nuove misure di potenziamento e sanificazione per la ripartenza, ATM ha dato il via a una campagna di comunicazione. Adesivi con pittogrammi ad-hoc verranno posizionati progressivamente sui finestrini adiacenti alle porte di bus, tram, filobus e treni per garantirne l’avvenuta sanificazione. Inoltre, sul sito di ATM è consultabile una guida dedicata agli studenti: il “Vademecum Scuola”, con tutte le regole di viaggio per utilizzare i mezzi pubblici in sicurezza.

La capienza massima dei mezzi pubblici rimane fissata all’80%. Per questo motivo resta fondamentale il rispetto del Patto per Milano, rinnovato al tavolo prefettizio. Lo scaglionamento degli orari è una delle azioni più importanti per evitare di gravare eccessivamente sulla fascia tra le 7 e le 9.30. Atm rinnova l’invito a tutti i passeggeri di non viaggiare, se possibile, nelle ore di punta, per dare priorità agli studenti.

In primo piano

Mercato Europa, sono 31.020 i bus&coach immatricolati nel 2023 (+21%)

31.020 contro 25.657, +5.363 unità. Il mercato dell’autobus europeo, nel corso del 2023, è cresciuto del 20,90% rispetto al 2022 (dati Chatrou CME Solutions). Segno che dopo la brusca frenata d’arresto del Covid – con tanto di conseguenze da onda lunga – l ’ecosistema è vivo. Ed è vivo, vegeto e pie...

Articoli correlati

Dalla Lombardia 650 milioni di euro per il tpl regionale, 426 a Milano

Seicento cinquanta milioni di euro per il trasporto pubblico locale della Lombardia, di cui la fetta di maggioranza all’Agenzia Tpl di Milano (che comprende anche Monza-Brianza, Lodi e Pavia) È quanto prevede una delibera approvata, nella giornata del 20 febbraio, dalla giunta regionale su pro...
Tpl

Atac, c’è la gara per elettrificare i depositi degli autobus

Grottarossa, Portonaccio-bis, Tor Sapienza e Trastevere sono i depositi Atac che saranno elettrificati per la rimessa e la ricarica degli autobus a batteria che si riverseranno in massa per le strade di Roma nei prossimi mesi e anni. Recente la notizia della maxi commessa elettrica vinta da Iveco Bu...