È scaduto ieri il bando di interesse per Atm Alessandria a cui hanno partecipato sette società del TPL italiano. Si tratta di GTT insieme a Asp di Asti, Arfea con Gelosobus, Line di Pavia, Tundo di Lecce, Svap di Aosta, Vita SpA sempre di Aosta e DiSarda. Aziende di trasporto di tutta Italia che si sono candidate come aspiranti partner per il servizio cittadino piemontese, anche se il presidente di Atm, Gianfranco Cermelli, ha dichiarato che solo cinque su sette avrebbero le caratteristiche per diventarlo. L’obiettivo è quello di arrivare ad una associazione temporanea di imprese per gestire il trasporto nella città piemontese, in modo da non perdere la grande occasione di Expo per trasportare i visitatori da e per le località di Alessandria. Le uniche raccomandazioni di Atm verso i potenziali partner hanno riguardato la necessità di un costante flusso di liquidità, anche se l’Azienda Trasporti e Mobilità alessandrina spera in un contributo da Regione e Comune per una soluzione di lungo periodo.

In primo piano

Crossway Mild Hybrid NF: così Iveco Bus cavalca l’onda ibrida leggera

L’interurbano normal floor più diffuso in Europa non poteva non avvicinarsi a quella che qualcuno definisce ‘moda del momento’, cioè il mild hybrid. E lo fa in occasione degli ultimi aggiornamenti omologativi che riguardano il pacchetto Gsr2 nonché dell’interessante restyling frontale con tanto di n...

Articoli correlati

Dolomiti Bus, al via il servizio a chiamata Trillo a Belluno e Feltre

Il 10 giugno entrerà in vigore il nuovo orario estivo Dolomiti Bus. Dal medesimo giorno sarà anche attivo il nuovo servizio a chiamata “Trillo”. In questa fase sperimentale, il servizio interesserà le corse urbane di Belluno e Feltre, con un’estensione ai territori di Ponte nelle Alpi, Limana,...
Tpl