È tempo di assunzioni in quel di Pordenone. Atap ha pubblicato i bandi per la formazione di due graduatorie, una per conducenti, l’altra per collaboratori di esercizio. Si concretizza così quanto annunciato all’indomani dell’aggiudicazione del nuovo contratto regionale. C’è tempo un mese per inviare la propria domanda: la finestra utile si chiuderà il 28 aprile.

Giovani ed esperti: Atap non esclude nessuno

I contratti offerti sono a tempo indeterminato full-time o part-time. La graduatoria sarà in vigore per 18 mesi. Non è specificato il numero esatto di quanti saranno “pescati” dalla lista e assunti. Nel bando è inserita una clausola voluta dal Consiglio di amministrazione presieduto da Mauro Vagaggini, volta ad agevolare l’inserimento dei più giovani: il possesso della patente D (per la graduatoria di autisti) è necessario al momento della prova pratica, non al momento della presentazione della domanda. Anche chi è sta svolgendo le pratiche per ricevere l’idoneità a guidare i bus, insomma, può partecipare. Le prove pratiche si svolgeranno presumibilmente a fine giugno. Anche i più esperti non troveranno la strada sbarrata: il bando non prevede infatti alcuna età massima. Per quanto riguarda la posizione di collaboratore di esercizio, tra i possibili impieghi vi è quello di addetto di biglietteria ma anche la nuova portineria di via Prasecco, inaugurata lo scorso anno, che consente per la prima volta nella storia aziendale una verifica degli accessi nel quartier generale della società.

In primo piano

Articoli correlati

Gianpiero Strisciuglio, AD di RFI, è il nuovo Presidente di Agens

Cambio ai vertici di Agens: Gianpiero Strisciuglio, già AD e DG di RFI, società capofila del Polo Infrastrutture del Gruppo FS, è il nuovo Presidente dell’associazione del trasporto pubblico di Confindustria alla quale aderiscono, oltre al Gruppo Ferrovie dello Stato, le principali aziende del...
Tpl

Autonomia differenziata, Biscotti (ANAV): “Preservare il FNT”

“Nell’attuale assetto istituzionale lo Stato mantiene primarie funzioni nella materia del trasporto pubblico locale e regionale che occorre preservare anche in un eventuale sistema di maggiore autonomia decisionale per le Regioni”. Nicola Biscotti, Presidente ANAV, l’Associazione del trasporto pubbl...
Tpl