Rinnovo in casa Ataf, Mercedes rimane una certezza per il gruppo Ferrovie dello stato. A Firenze hanno vissuto il loro debutto in società 37 nuovi autobus, presentati alla presenza dell’amministratore delegato di Busitalia – Sita Nord e Presidente di Ataf Gestioni, Stefano Rossi e dall’amministratore delegato di Ataf Gestioni, Stefano Bonora.

Ataf

Parco mezzi rinnovato per il 50 per cento

Alla cerimonia erano presenti anche il sindaco di Firenze Dario Nardella, l’Assessore ai lavori pubblici e trasporto pubblico locale del Comune di Firenze Stefano Giorgetti, l’Assessore ai Trasporti della Regione Toscana Vincenzo Ceccarelli. I nuovi bus, di varie tipologie per meglio rispondere alle esigenze del servizio e della viabilità – 22 da 12 metri, 7 da 18 metri, 4 da 8 metri e 4 da 7 metri – sono stati acquistati da Ataf Gestioni in applicazione del contratto ponte stipulato con la Regione Toscana, con un investimento di circa 8,5 milioni di euro. Tra i nuovi acquisti figurano Citaro da 12 metri e snodati. Diventano quindi 172 – 96 Citaro C2, 18 Citaro K, 21 Citaro G, 18 Sprinter, 11 elettrici e 8 Vivacity – i nuovi autobus che Ataf Gestioni ha messo in servizio per il trasporto pubblico a Firenze, come si legge nel comunicato stampa diramato dal gruppo Fs.

L’età media degli autobus in calo

I nuovi bus saranno dotati di sistemi di video sorveglianza a bordo, che sarà esteso gradualmente anche su quelli già in servizio, a tutela della sicurezza dei viaggiatori e del personale. Altro elemento innovativo sono i monitor che forniscono informazioni e notizie legate al servizio di trasporto e all’esperienza di viaggio. La livrea, coordinata con quella dei mezzi extraurbani di Busitalia e dei treni regionali di Trenitalia, conferma l’attenzione del Gruppo FS Italiane per l’integrazione modale a vantaggio dei clienti e della mobilità. «Questa tranche – ha commentato l’ad di Busitalia Stefano Rossi – rappresenta un’ulteriore tappa del processo di rinnovamento che, grazie agli ingenti investimenti operati negli ultimi anni, ha portato l’Azienda di trasporto fiorentina ad avere una flotta tra le più giovani in Europa, con un’età media che è scesa dai 10 anni del 2013 ai 7 del 2018».

In primo piano

Citymood 12e, il tour-test su e giù per lo Stivale è un successo

Mancavano una manciata di settimane alla fine del 2021 quando, in quel di Flumeri, Industria Italiana Autobus lanciava il primo elettrico di casa. Il nome di battesimo? Citymood 12e, di fatto il primo ebus interamente progettato e realizzato in Italia. Una novità tutta made in Italy ben accolta dal ...

Articoli correlati

Consip, da gennaio ordinati circa 1.000 autobus

Consip. È in piena attuazione il piano del Ministero delle Infrastrutture e della Mobilità Sostenibili (Mims) per l’ammodernamento e la transizione ecologica del parco autobus destinato al Trasporto Pubblico Locale (TPL). Grazie al proficuo rapporto di collaborazione instaurato con Consip per offrir...

Tpl Sardegna, confermate le agevolazioni tariffarie per gli studenti

Sono state confermate anche per l’anno scolastico 2022-23 le agevolazioni tariffarie per gli studenti che utilizzano i mezzi di trasporto pubblico locale. Lo ha deciso la Giunta regionale della Sardegna con una delibera proposta dall’assessore dei Trasporti, Giorgio Todde, che ha stanzia...
Tpl