Anav Lombardia e Asstra Lombardia insieme alle Associazioni di consumatori (Assoutenti, Codici, Casa del Consumatore, Altro Consumo) hanno firmato oggi pomeriggio un regolamento che istituisce una procedura di conciliazione, di cui possono avvalersi tutti gli utenti che richiedano il risarcimento di un danno, lamentando di averlo subito in occasione della fruizione di servizi di Trasporto Pubblico Locale (TPL) gestiti o erogati da imprese di trasporto associate ad Anav Lombardia o ad ASSTRA Lombardia. L’accordo mira a regolamentare le procedure di risarcimento dei danni in occasione della fruizione di servizi di trasporto

Anav e Asstra per la conciliazione bonaria

La procedura di conciliazione ha lo scopo di individuare, a livello di tentativo, la soluzione bonaria e stragiudiziale delle controversie. È un’iniziativa in fase sperimentale, unica in Italia nel settore del trasporto passeggeri su gomma e della durata di dodici mesi. Ai fini della sua attuazione, è stato istituito un Ufficio di conciliazione e una Commissione responsabile dell’esame della controversia. La Commissione paritetica è formata da due Conciliatori, uno in rappresentanza delle Associazioni delle imprese e uno indicato dalle Associazioni dei consumatori, in rappresentanza dell’utente. È compito della Commissione ricomporre la controversia, secondo equità e con riferimento agli impegni derivanti dalla Carta dei Servizi dell’impresa coinvolta, dalle previsioni del Codice della strada, dal Regolamento aziendale in vigore e dalle altre normative di settore applicabili al caso specifico.

Un segnale di collaborazione ai consumatori

«Abbiamo voluto dare un segnale di collaborazione e di lavoro condiviso tra le nostre imprese e le Associazioni che rappresentano i consumatori, al fine di migliorare il servizio offerto agli utenti e soprattutto di fornire ad imprese ed utenti uno strumento che consenta loro di ridurre le pratiche amministrative, offrendo una soluzione bonaria e stragiudiziale al possibile contenzioso». Commentano Massimo Locatelli, Past president di Anav Lombardia, e Gianni Scarfone, Presidente ASSTRA Lombardia, che hanno firmato l’accordo. «L’iniziativa è importante perché non ha precedenti in Italia e mira a creare un modello a livello nazionale».

In primo piano

Articoli correlati

Tpl Fvg e Trieste Trasporti lanciano il servizio del bus a chiamata

Un “nuovo” e più veloce collegamento tra Trieste e le località più periferiche dell’altopiano del Carso, in particolare il versante Est. Già, perché Tpl Fvg e Trieste Trasporti sono in procinto di lanciare – da lunedì 23 maggio – il nuovo servizio sperimentale di trasporto a chiamata. Il bus a chiam...
Tpl

23 nuovi autobus ibridi Mercedes per Autoguidovie

Entreranno a breve in servizio, operando nell’area Monza-Brianza e Milano Sud-Est. Autoguidovie taglia le emissioni – stimando un risparmio di CO2 pari a 50t l’anno, che equivalgono alla capacità di assorbimento di 12000 alberi in ambito urbano – e presenta in piazza Roma a Monza i nuovi autobus del...

Tpl Sardegna, sette milioni di euro per pensiline e aree di fermata

La Giunta regionale della Sardegna, con una delibera approvata nelle ultime ore su proposta dall’assessore dei Trasporti, Giorgio Todde, ha stanziato 7 milioni di euro per la realizzazione e il potenziamento delle pensiline e delle aree di fermata degli autobus del servizio di tpl su gomma sul...
Tpl

Atac e Club Italia lanciano il progetto MaaS a Roma

Uscire di casa e arrivare a destinazione grazie a un percorso integrato intelligente, economico e che fa bene all’ambiente. E, ancora, far crescere la quota modale del trasporto pubblico diminuendo il numero delle auto in città. È questo l’obbiettivo del Mobility as a Service (MaaS), una...