Al via la terza edizione del master in Management del Trasporto Pubblico Locale alla Sapienza (Roma)

Un master dedicato alla gestione delle imprese di tpl. Approda alla terza edizione il master in Management del trasporto pubblico locale, parte integrante dell’offerta del Dipartimento di Ingegneria Informatica, Automatica e Gestionale Antonio Ruberti (DIAG) della Facoltà di Ingegneria dell’Informazione, Informatica e Statistica dell’Università degli Studi di Roma “La Sapienza”. Il percorso di studi è diretto dal professor Alessandro Avenali e vede in veste di condirettori Andrea Boitani della Cattolica di Milano e Giuseppe Catalano, ex direttore della struttura tecnica di missione del ministero dei trasporti. Il termine ultimo per fare domanda di iscrizione è il 15 gennaio 2019. La terza edizione del master inizierà il 28 febbraio.

Un percorso formativo per professionisti del tpl

Il Master appartiene alla categoria dei corsi Executive Professionalizzanti dedicati a tematiche ad elevato contenuto innovativo per i processi e le funzioni della PA. Propone un percorso formativo multidisciplinare finalizzato a formare i partecipanti nella gestione del trasporto pubblico locale (TPL), con capacità di concorrere a processi decisionali complessi nell’ambito del settore del TPL. Gli aspetti chiave dell’innovazione nel settore, cui il corso si prefigge di contribuire, si legge nella presentazione del corso, sono tra gli altri l’introduzione delle gare per l’aggiudicazione del servizio, le nuove modalità del finanziamento pubblico, l’adozione di costi e fabbisogni standard.

Aperto a laureati triennali

Possono partecipare al Master, senza limitazioni di età e cittadinanza, laureati e professionisti in possesso di una laurea triennale appartenente ad una qualsiasi delle classi di laurea senza alcun vincolo di facoltà di provenienza. Possono inoltre accedere al Master anche i possessori di una laurea conseguita in Italia in base al sistema previgente alla riforma universitaria del D.M. 509/99 equiparata ad una delle classi su indicate, come da tabella ministeriale. Il percorso formativo ha una durata di 18 mesi. La didattica è articolata in moduli mensili di tre giorni, anche con attività di laboratorio ed esercitazioni. E’ previsto lo svolgimento di project works in collaborazione con operatori del settore o nell’ambito di gruppi di ricerca.

2019-01-07T10:39:19+00:007 Gennaio 2019|Categorie: EVENTI|Tag: , |