A Lecce sono appena stati consegnati alla sede di Sgm, pronti per entrare in servizio, i 13 nuovi autobus Euro6 diesel acquistati grazie alle risorse erogate dalla Regione Puglia con il bando Smart Go City per l’ammodernamento del parco mezzi del Trasporto pubblico locale. I nuovi autobus andranno a sostituire i mezzi Euro3 attualmente in dotazione, in servizio da più di quindici anni.

Autobus più moderni per il tpl di Lecce

L’ammodernamento del parco mezzi consentirà di ridurre notevolmente l’impatto ambientale del tpl in termini di emissioni, ma non solo: a migliorare notevolmente saranno l’accessibilità e la dotazione tecnologica, che consentiranno di fare un salto di qualità nel servizio all’utenza. Con la presenza di telecamere di sicurezza a bordo e all’esterno, aumenta anche il livello di sicurezza per gli autisti e per gli utenti del servizio.

La scelta del diesel Euro6 è motivata dalla notevole riduzione dell’impatto delle emissioni garantita dai nuovi motori e dai filtri anti-particolato in dotazione, pari a circa il 95 per cento rispetto a mezzi simili in circolazione vent’anni fa.

Le caratteristiche dei nuovi mezzi

I nuovi autobus per Lecce sono attrezzati con sistema di Automatic Vehicle Monitoring (AVM) che consentirà la loro localizzazione in tempo reale. Il mezzo è predisposto per il collegamento con apparati di info-mobilità a bordo e alle fermate per la diffusione delle informazioni ai passeggeri sui tempi di percorrenza e arrivo. È inoltre previsto il collegamento con gli indicatori di linea; i sistemi conta passeggeri; la rete CAN-bus per la diagnostica in tempo reale dello stato del mezzo.

In termini di accessibilità, per i passeggeri a ridotta capacità motoria deambulanti e ipovedenti i mezzi sono dotati di quattro posti a sedere specifici, realizzati secondo quanto previsto Re. UN/ECE n.107, e le porte di ingresso sono adeguatamente illuminate per i passeggeri ipovedenti. Per i passeggeri non deambulanti con sedia a rotelle tutti gli autobus sono dotati di rampa manuale a ribalta per l’accesso e di una zona di stazionamento per sedia a rotelle, dotata di cintura di sicurezza, realizzata in prossimità della porta centrale del veicolo. Sono inoltre installati adeguati dispositivi per migliorare l’accesso quali maniglie supplementari. Per i passeggeri ipovedenti è installato all’interno del mezzo un sistema audio video composto da monitor a colori e altoparlanti.

La lunghezza dei mezzi è stata focalizzata sulla classe di dimensione normale a 10 metri, quella maggiormente rispondente alle esigenze di TPL a Lecce.

Il commento sulla consegna

Da subito questi nuovi mezzi garantiranno un miglioramento del servizio di trasporto pubblico locale, maggiore comfort per le persone con disabilità, una notevole riduzione delle emissioni e un miglior livello di sicurezza grazie alle telecamere – dichiara l’assessore alla Mobilità sostenibile Marco De Matteis – Oggi aggiungiamo un tassello fondamentale per il rilancio del trasporto pubblico a Lecce, ne seguiranno altri che stiamo compiendo insieme al Consiglio comunale per dare nel minor tempo possibile operatività alla nuova azienda e alle nuove linee riordinate su percorsi più efficienti e maggiori frequenze

In primo piano

Mercato Europa, sono 31.020 i bus&coach immatricolati nel 2023 (+21%)

31.020 contro 25.657, +5.363 unità. Il mercato dell’autobus europeo, nel corso del 2023, è cresciuto del 20,90% rispetto al 2022 (dati Chatrou CME Solutions). Segno che dopo la brusca frenata d’arresto del Covid – con tanto di conseguenze da onda lunga – l ’ecosistema è vivo. Ed è vivo, vegeto e pie...

Articoli correlati

Napoli, la gestione del tpl rimane in capo ad Anm

Il trasporto pubblico di Napoli rimane in gestione della municipalizzata Anm. Questo il risultato dell’incontro in prefettura al quale hanno preso parte Regione Campania, Comune di Napoli e sindacati. Quindi, niente più gara all’orizzonte per l’affidamento dei servizi tpl, come era...
Tpl

Dalla Lombardia 650 milioni di euro per il tpl regionale, 426 a Milano

Seicento cinquanta milioni di euro per il trasporto pubblico locale della Lombardia, di cui la fetta di maggioranza all’Agenzia Tpl di Milano (che comprende anche Monza-Brianza, Lodi e Pavia) È quanto prevede una delibera approvata, nella giornata del 20 febbraio, dalla giunta regionale su pro...
Tpl