flixbus_bruxelles

Il volume di passeggeri di Flixbus è cresciuto del 50 per cento durante il 2016. Oltre due milioni di persone trasportate in Italia e 30 milioni nel Vecchio continente: questo il bilancio diramato dall’azienda per l’anno che sta per chiudersi. Il 23 dicembre sarà il giorno boom: secondo le previsioni degli operatori, 1,5 milioni di passeggeri saliranno sugli autobus verde fluo diretti a casa per il Natale.

Ad oggi, i bus Flixbus connettono 120 destinazioni in Italia e mille città in venti Paesi europei. Il 2017 vedrà l’azienda concentrarsi su nuovi canali di informazione real time con i passeggeri, sul potenziamento della rete wi-fi a bordo di bus e sul lancio di un progetto di formazione continua per gli autisti. Per quanto riguarda il primo aspetto, verrà introdotta la funzionalità di geolocalizzazione “Where is my bus”, grazie alla quale i passeggeri potranno conoscere costantemente la posizione del proprio autobus in tempo reale, così da prevedere eventuali ritardi. In secondo luogo, la rete a bordo sarà aggiornata agli standard Lte. Il 2017 sarà infine l’anno di nascita di FlixUniversity, una piattaforma di e-learning destinata ai 5mila conducenti che attualmente lavorano per aziende che forniscono collegamenti Flixbus.

 

In primo piano

Siemens, tutte soluzioni per l’e-mobility

Siemens Smart Infrastructure è stata tra i protagonisti dell’edizione 2024 di NME – Next Mobility Exhibition, a Milano, dall’8 al 10 maggio. Soluzioni personalizzate per l’elettrificazione, infrastrutture di ricarica adatte a tutte le esigenze e soluzioni software e IoT per ottimizzare la gest...

Articoli correlati

Wayla, la startup che porta il trasporto on-demand (e condiviso) a Milano

Si scrive “Wayla”, ma si legge “uei là”, alla milanese, per intenderci. E proprio a Milano Wayla farà il proprio debutto a ottobre, lanciando un servizio di trasporto su richiesta, in sharing, che conterà inizialmente su una mini flotta di cinque mezzi, Fiat Ducato allestiti da Olmedo e a motorizzaz...
News