Consapevole delle conseguenze che l’emergenza COVID-19 ha portato nel settore del trasporto passeggeri, la Webasto, Azienda leader mondiale per i sistemi di climatizzazione veicolari, ha sviluppato un sistema di filtrazione. Sistema in grado di purificare l’aria dell’abitacolo da batteri, aerosol, polveri e soprattutto virus quali il COVID-19 e la SARS.

Durante la fase acuta della pandemia è risultato evidente che il trasporto rappresenta un’attività estremamente critica in termini di sicurezza. Sia per i passeggeri che per gli operatori professionali, quali gli autisti.

La ripresa delle attività scolastiche “in presenza” introdurrà un rischio aggiuntivo legato all’aumento degli utenti. Anche il trasporto sanitario su mezzi quali ambulanze comporta le medesime criticità, aggravate dalla necessità di non poter garantire il distanziamento minimo di sicurezza.

Webasto

Webasto per il trasporto pubblico

La Webasto Italy di Molinella ha risposto a questa esigenza con una task force dedicata allo sviluppo di un sistema di filtrazione ad alte prestazioni.

Sistema che consente di sanificare gli autobus, le ambulanze e, in generale, qualunque mezzo di trasporto.

Inizio agosto è la data di avvio produzione e commercializzazione di due modelli, l’HFT300 e l’HFT600, in grado di coprire tutte le applicazioni veicolari. Entrando nello specifico del prodotto, si tratta di un dispositivo atto a garantire lo stesso livello di filtraggio HEPA-14 applicato in campo medicale e per il trasporto aereo.

Esso agisce autonomamente rispetto ai dispositivi presenti (quali il sistema di condizionamento) senza pertanto comprometterne il funzionamento. La tipologia di processo adottato consente la purificazione attiva durante tutto il viaggio in presenza dei passeggeri.

Pensando al parco veicoli esistente, la Webasto ha prodotto un sistema applicabile anche su mezzi circolanti, con particolare attenzione alla facilità e rapidità di installazione, al fine di minimizzare il fermo veicolo. La scelta di lanciare due versioni risponde all’esigenza di coprire, con la maggior flessibilità, tutte le differenti tipologie di veicolo.

Le unità sono conformi alle linee guida dell’OMS

Entrambi i modelli sono dotati di un monitoraggio attivo delle prestazioni che segnala automaticamente la necessità di sostituzione della cartuccia del filtro a fine vita. Tramite un dispositivo ermetico, l’operazione di manutenzione può essere eseguita con semplicità in condizioni di massima sicurezza.

Le unità Webasto sono conformi alle linee guida dell’Organizzazione Mondiale della Sanità (OMS), dei Centri statunitense ed europeo per il controllo e la prevenzione delle malattie (CDC ed ECDC).

Possono raggiungere un’elevata efficienza di filtrazione rimuovendo il 99,995% di agenti virali quali COVID-19 e SARS. Inoltre, il filtro HEPA-14 utilizzato è omologato e certificato secondo la Direttiva europea sui dispositivi medici CE 47/2007.

Tutte le filiali del gruppo Webasto sono attivamente impegnate nella commercializzazione del prodotto e le prime commesse sono state spedite negli USA, in Brasile, in Turchia a fronte di contatti con ministeri ed amministrazioni locali.

La Webasto intende così contribuire a migliorare la sicurezza dei cittadini durante gli spostamenti collegati alle normali attività quotidiane. La ricerca di una soluzione semplice e flessibile è stata guidata dalla volontà di dare una maggiore tutela ai passeggeri di autobus, scuolabus, agli operatori sanitari, a quelli del trasporto e a tutte le categorie esposte a rischi di infezione durante gli spostamenti.

 

In primo piano

Siemens, tutte soluzioni per l’e-mobility

Siemens Smart Infrastructure è stata tra i protagonisti dell’edizione 2024 di NME – Next Mobility Exhibition, a Milano, dall’8 al 10 maggio. Soluzioni personalizzate per l’elettrificazione, infrastrutture di ricarica adatte a tutte le esigenze e soluzioni software e IoT per ottimizzare la gest...

Articoli correlati

Wayla, la startup che porta il trasporto on-demand (e condiviso) a Milano

Si scrive “Wayla”, ma si legge “uei là”, alla milanese, per intenderci. E proprio a Milano Wayla farà il proprio debutto a ottobre, lanciando un servizio di trasporto su richiesta, in sharing, che conterà inizialmente su una mini flotta di cinque mezzi, Fiat Ducato allestiti da Olmedo e a motorizzaz...
News