Volvo_7900_Hybrid_Switzerland

Autobus elettrici Volvo (ibridi compresi) a quota 3mila: la casa di Goteborg, grazie ai 533 esemplari venduti nel 2016, ha toccato un prestigioso traguardo. Gli autobus a basse emissioni sono stati venduti a clienti di ventidue Paesi tra Europa, Sudamerica, Asia e Australia. Dal 2010, quando i primi autobus ibridi Volvo vennero messi in commercio, ad oggi, le vendite hanno mantenuto un trend di crescita. Nel frattempo è stata ampliata la gamma, che attualmente conta su bus ibridi, ibridi elettrici e 100 per cento elettrici.

Il Regno Unito va matto per gli autobus ibridi Volvo…

Il principale mercato per il marchio svedese, in ambito di elettrici, è il Regno Unito. Al di là della Manica circolano infatti quasi metà dei 3mila modelli venduti (nello specifico, 1.425). Il Sudamerica non è da meno: in Colombia Volvo ha “piazzato” 468 mezzi a basse emissioni. Nella natìa Svezia sono stati venduti 196 modelli, in Spagna 137, in Germania 135, in Svizzera 129 e i Norvegia 109. La novità degli ultimi anni è l’aumento della domanda proveniente dall’Europa orientale: clienti estoni hanno acquistato 44 autobus elettrici Volvo, polacchi 48. Le tre declinazioni di autobus elettrico permettono di risparmiare importanti quantità di emissioni rispetto a un diesel tradizionale. Nello specifico, il “taglio” della Co2 è nella misura del 39 per cento per quanto riguarda gli ibridi, del 60 per cento per quanto concerne gli ibridi-elettrici e, infine, dell’80 per cento nel caso del full electric.

…come testimonia il maxi ordine di Arriva North West

Arriva-LR-image-1-e1485338127180

Del resto, Volvo si è da sempre posta in prima fila nel perseguire l’obiettivo di un trasporto pubblico più pulito. Le ultime commesse? Certamente quella della cittadina svedese di Värnamo, che si è aggiudicata quattro 7900 ibridi elettrici, un acquisto inserito in un piano complessivo volto a rendere il tpl via via più sostenibile. Arriva North West, recentemente, ha inoltre mandato in porto una maxi-commessa da 174 bipiano ibridi B5LH per il Regno Unito. La flotta del distaccamento North West dell’operatore, ora, può contare su un decimo della flotta composta da ibridi Volvo.

In primo piano

Citymood 12e, il tour-test su e giù per lo Stivale è un successo

Mancavano una manciata di settimane alla fine del 2021 quando, in quel di Flumeri, Industria Italiana Autobus lanciava il primo elettrico di casa. Il nome di battesimo? Citymood 12e, di fatto il primo ebus interamente progettato e realizzato in Italia. Una novità tutta made in Italy ben accolta dal ...

Articoli correlati

Consip, da gennaio ordinati circa 1.000 autobus

Consip. È in piena attuazione il piano del Ministero delle Infrastrutture e della Mobilità Sostenibili (Mims) per l’ammodernamento e la transizione ecologica del parco autobus destinato al Trasporto Pubblico Locale (TPL). Grazie al proficuo rapporto di collaborazione instaurato con Consip per offrir...

Tpl Sardegna, confermate le agevolazioni tariffarie per gli studenti

Sono state confermate anche per l’anno scolastico 2022-23 le agevolazioni tariffarie per gli studenti che utilizzano i mezzi di trasporto pubblico locale. Lo ha deciso la Giunta regionale della Sardegna con una delibera proposta dall’assessore dei Trasporti, Giorgio Todde, che ha stanzia...
Tpl