Nuovo ordine elettrico per Vdl. 40 ebus Citea prenderanno presto la strada della Norvegia, dove si inseriranno nella flotta di Unibuss. L’ordine firmato dall’operatore scandinavo comprende 30 articolati e 10 dodici metri che saranno utilizzati nella regione della capitale Oslo. Le consegne inizieranno a fine 2018 e i veicoli entreranno in operatività a partire dalla primavera dell’anno prossimoebus Citea

Un ordine per la transizione

L’ordine di Unibuss rappresenta il debutto di Vdl nel mercato norvegese. Al momento, si tratta inoltre del più ampio ordine di autobus elettrici Vdl dalla Scandinavia. Del resto, l’obiettivo di Oslo è quello di raggiungere l’obiettivo del trasporto pubblico a emissioni zero entro dieci anni. Tra gli autobus ordinati da Unibuss figurano 30 Citea Slfa-180 Electric, con 169 kWh di batterie. I Citea Slf-120 Electric, in dieci esemplari, hanno batteria da 127 kWh. Unibuss, forte di 204 linee operate con 750 autobus, gestisce il 51 per cento del servizio di autobus urbani nella città di Oslo, e trasporta oltre 98 milioni di passeggeri all’anno.

Il debutto di Vdl ebus Citea nel mercato norvegese

«Siamo felici di entrare nel mercato norvegese. Si tratta di un paese che sta compiendo grandi passi avanti e sta guidando la Scandinavia in ambito di transizione a un trasporto pubblico a zero emissioni. In Vdl Bus & Coach siamo orgogliosi che con questo ordine contribuiremo al ruolo di Oslo come European Green Capital 2019» le parole del business manager di Vdl Bus & Coach in ambito public transport Alex de Jong.

ebus Citea

In primo piano

Mercedes eCitaro Fuel Cell, l’idrogeno per un’autonomia…alle Stelle

Il lancio ufficiale è arrivato alle porte dell’estate 2023, quando Daimler Buses scelse il palcoscenico del Summit UITP di Barcellona per la premiere mondiale del suo primo autobus a idrogeno, il Mercedes eCitaro Fuel Cell, in versione articolata da 18 metri. Si tratta di fatto di un’evoluzione dell...

Crossway Mild Hybrid NF: così Iveco Bus cavalca l’onda ibrida leggera

L’interurbano normal floor più diffuso in Europa non poteva non avvicinarsi a quella che qualcuno definisce ‘moda del momento’, cioè il mild hybrid. E lo fa in occasione degli ultimi aggiornamenti omologativi che riguardano il pacchetto Gsr2 nonché dell’interessante restyling frontale con tanto di n...

Articoli correlati