9 polacchi elettrici e 5 cinesi elettrici, per un totale di 14 e-bus. Tpl Linea, operatore di trasporto pubblico a Savona, ha presentato ufficialmente sabato 9 marzo, nella cornice di Piazza Mamali, i nuovi urbani a batteria che andranno a rinforzare e rinnovare la flotta.

Il nome dell’evento di presentazione era “R-evolution”. Una “revolution” green, tutta giocata sull’asso cinese-polacco, visto che sono sbarcati in città 9 Solaris Urbino da 12 metri e 5 Yutong E9-A da 9 metri di lunghezza.

Nei mesi scorsi Tpl Linea aveva effettuato test su strada necessarie per l’entrata in servizio dei veicoli; inoltre, gli autisti hanno frequentato corsi di formazione ah hoc per la guida e la gestione degli elettrici.

Gli elettrici di Solaris e Yutong per Savona

Nello specifico, i mezzi targati Solaris hanno trazione full electric e montano 4 pacchi batteria per una capacità di 352 kWh e un’autonomia di 350 chilometri. Gli Urbino hanno una capacità totale di 86 posti, 28 seduti e 56 in piedi.

Venendo ai mezzi del Paese del Dragone, il motore pulsante elettrico è forte di 8 batterie, sei allocate al tetto e due sul posteriore: la potenza nominale è di 255 kWh e l’autonomia di circa 400 chilometri. A bordo possono viaggiare 58 passeggeri, 23 seduti e 35 in piedi.

«Sicuramente una giornata importante e di alto valore per l’azienda: i nuovi bus elettrici, di ultima generazione con elevati standard di prestazione, rappresentano un passaggio tecnologico che si inserisce nel processo rinnovamento dei nostri autobus di linea, nel segno della mobilità sostenibile” affermano il presidente di Tpl Linea Vincenzo Franceri e il direttore generale Giampaolo Rossi. Che, a seguire, hanno aggiunto: «I nuovi autobus sono già impiegati in alcune linee, con l’obiettivo di elettrificare determinate tratte, che possiamo anticipare essere la litoranea, e quindi il collegamento tra Andora e Finale, e la cosiddetta via della salute, ovvero la circolare Savonese diretta all’ospedale San Paolo».

In primo piano

E7S e non solo: le soluzioni di mobilità urbana sostenibile di Yutong

Con lo sviluppo continuo delle città e l’aumento della popolazione, il traffico urbano affronta sfide senza precedenti. Lo sviluppo rapido della tecnologia ci offre opportunità per ripensare il futuro dei servizi di trasporto cittadino. Le città hanno bisogno di soluzioni di mobilità più intelligent...

Articoli correlati

Vicenza sceglie i LightTram Hess: le prime consegne nel 2027

Vicenza ha fatto la sua scelta: Hess. Sarà infatti il costruttore svizzero, con sede a Bellach, a fornire a SVT di Vicenza 16 bus elettrici, che saranno acquistati grazie ad un contribuito di 19 milioni di e concesso dal Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti. Le consegne inizieranno ad otto...

Ecco l’interurbano Volvo 8900 Electric: sarà pronto nel 2025

Volvo Buses ha alzato il sipario sull’autobus interurbano Volvo 8900 Electric, estendendo così la propria offerta europea di mobilità elettrica anche ai profili di missione in Classe II. Le prime versioni del Volvo 8900 Electric saranno disponibili in “mercati europei selezionati nel cor...

Rampini consegna gli Eltron con pantografo a Tper Bologna

Si rinnova l’impegno di Tper Spa, che da tempo ha abbracciato la sfiida della transizione energetica: l’ammodernamento della flotta sta proseguendo spedita, nel nome del “mix energetico”. Oggi è stato nuovamente il giorno dell’elettrico: nella cornica di Piazza Maggiore...