Tper, Tep, Seta e Start verso i pagamenti digitali a bordo bus

In Emilia arrivano le validatrici per pagare l’autobus con carta di credito/debito. È stato infatti aggiudicato il bando comune, da oltre 3 milioni di euro, delle quattro aziende Tper, Tep, Seta e Start, per la fornitura di 1500 nuove validatrici equipaggiate con tecnologia Emv.

Un progetto co-finanziato dalla Regione

Con questo progetto co-finanziato al 50% da fondi europei POR FESR messi a disposizione dalla Regione Emilia-Romagna prosegue il percorso di rivoluzione digitale già iniziato da Seta negli anni scorsi, ad esempio con la messa a sistema delle app (Roger in particolare) per la dematerializzazione dei titoli di viaggio.

Il bando, pubblicato in Gazzetta Ufficiale il 15 aprile dello scorso anno, per un importo complessivo di 3milioni e 276mila euro per tutte e quattro le aziende (840mila per la sola Seta) riguarda l’acquisto di 1.520 macchine destinate ai mezzi urbani dell’intera regione, di cui 390 per le reti urbane di Modena, Reggio Emilia e Piacenza.

Pagamento contactless sugli autobus Seta

Grazie a questo “upgrade” tecnologico, si allargherà l’offerta di soluzioni per acquistare e validare il proprio titolo di viaggio. La gara ha riguardato nuovi validatori, dotati di SIM, che saranno continuamente on-line e dunque si interfacceranno con la “rete” in tempo reale rendendo possibile anche il pagamento con la carta di creditoIl funzionamento sarà semplicissimo: l’utente dovrà solamente avvicinare la propria carta di credito direttamente alla validatrice a bordo del mezzo. Il lettore riconoscerà il chip e provvederà all’addebito, che sarà però formalizzato solamente alla mezzanotte quando verrà calcolata automaticamente la miglior tariffa per l’utente. In caso di più validazioni nel corso della stessa giornata verrà infatti addebitato un titolo giornaliero, dal costo più favorevole per il passeggero.

Carta e app si affermeranno sempre di più

Prosegue intanto la diffusione e l’utilizzo dell’app Roger, l’applicazione per smartphone Android (NFC e non) e iOS che consente di acquistare il titolo di viaggio e di validare direttamente appoggiando il telefonino alla validatrice come se fosse una tessera MiMuovo. Nel corso del 2019 i biglietti acquistati e validati con le app Roger e Muver sono stati nell’intera regione 265.000.

Il futuro del trasporto pubblico, insomma, è già cominciato e dall’inizio del prossimo anno, con il graduale ingresso in servizio, a cominciare dalle linee urbane, delle nuove emettitrici fare il biglietto davvero sarà sempre meno un problema. Carta di credito e app, sostiene Seta, arriveranno a coprire una percentuale molto alta della popolazione che diventa ancora maggiore se calcolata sugli utilizzatori occasionali di trasporto pubblico locale dal momento che gli abbonati, utilizzatori abituali, sono oggi pari ad oltre il 75% dei viaggiatori totali.

2020-01-24T12:59:20+01:0024 Gennaio 2020|Categorie: SMART|

Iscriviti alla Newsletter

* campo obbligatorio