Tper, la svolta elettrica in Emilia-Romagna

Tper è intervenuta all’incontro pubblico “Ferrovie: la svolta elettrica dell’Emilia-Romagna” che si è tenuto oggi all’interno di EV SHOW, l’evento dedicato alla green mobility in programma in questi giorni a Fico Eataly World.

Tper, Paolo Paolillo ha illustrato il percorso elettrico

Per Tper era presente il Direttore della società, Paolo Paolillo, che ha illustrato il contributo dell’azienda di trasporti all’impegno sinergico che Istituzioni ed Enti stanno portando avanti per un trasporto pubblico sempre più ecosostenibile e performante. Gli altri relatori dell’incontro erano il Vicepresidente e Assessore ai Trasporti della Regione Emilia-Romagna, Raffaele Donini, il Consigliere delegato alla mobilità della Città Metropolitana di Bologna, Marco Monesi, l’Amministratore Unico di Fer, Davide Cetti, e il Direttore di Fer, Stefano Masola.

Tper

Tper, la responsabilità ambientale

Il direttore Paolillo, nell’introdurre il suo intervento, ha ricordato che Tper è fortemente impegnata su temi di responsabilità sociale, tra cui in particolare quello del miglioramento della qualità ambientale, perseguito attraverso modelli e sistemi di gestione, sviluppo continuo di processi e comportamenti, ma soprattutto grazie a investimenti rilevanti e mirati”.

Ecco il percorso evolutivo

Il percorso evolutivo sul trasporto ferroviario regionale passeggeri, che ha progressivamente incrementato la trazione elettrica, con l’introduzione, nei primi 5 anni di vita di Tper, di 26 moderni elettrotreni, 14 dei quali oggetto di un investimento anticipato rispetto ai tempi previsti dalla gara regionale; rotabili che hanno accompagnato, qualificandola sensibilmente, l’elettrificazione delle ferrovie Bologna-Vignola e Bologna-Portomaggiore e che oggi operano su diverse linee regionali, su cui hanno riscontrato un forte gradimento dell’utenza, migliorato gli standard di puntualità e di qualità, aumentando del 20% i passeggeri trasportati su quelle tratte.

Il tpl come priorità

La serie di progetti in fase di programmazione e in esecuzione che comportano un rilevante potenziamento della rete infrastrutturale di Bologna, in particolare filoviaria, in coerenza con gli indirizzi di sostenibilità ambientale indicati nel PRIT e nel PUMS:

  • Il progetto Crealis prevede la messa in esercizio di due linee filoviarie; si prevede che un ramo di una linea, tra Piazza XX Settembre a Bologna e il capolinea Pertini a San Lazzaro venga predisposta per l’entrata in esercizio entro la fine dell’anno.
  • Il Servizio di Trasporto Pubblico Integrato Metropolitano bolognesePIMBO prevede la riorganizzazione e il completamento di alcune importanti direttrici del trasporto pubblico urbano di Bologna.

Il progetto di sperimentazione e realizzazione di linee operate con autobus elettrici a batteria nel servizio urbano di Bologna e Ferrara. È in corso una valutazione tra le linee a potenziale trasformazione verso la trazione elettrica con possibile avvio a partire dall’inizio dal 2021.

I risultati, a quasi un anno dall’avvio, di Corrente, il car sharing a flusso libero con auto 100% elettrico che utilizza energia da fonti rinnovabili, oggi esteso ai territori di Bologna, Ferrara, Casalecchio di Reno; il solo car sharing elettrico in Italia che consente di aprire la corsa in una città e di chiuderla in un’altra. I 16.000 iscritti abilitati al noleggio, oltre 1 milione di chilometri percorsi dalle vetture di Corrente, con 3.650 km medi al giorno, sono dati di utilizzo che testimoniano il favore incontrato da questa start up che gestisce una forma di mobilità flessibile e innovativa, oltre che fortemente ecosostenibile in quanto ad emissioni zero.

Paolillo ha poi concluso presentando come la nuova impresa ferroviaria interpreterà, grazie al massiccio rinnovo dei rotabili, la ‘svolta elettrica ferroviaria’, tema dell’incontro odierno.  “Trenitalia Tper” – la società consortile a controllo congiunto costituita da Trenitalia SpA e Tper SpA che a partire dal gennaio prossimo garantirà il coordinamento e lo svolgimento del servizio di trasporto ferroviario di passeggeri in Emilia-Romagna – metterà in esercizio nei prossimi mesi 90 nuovi treni, dei modelli Stadler Flirt ETR350, Hitachi Rock e Coradia Stream Pop, garantendo un rinnovo pressoché totale di tutta la flotta a trazione elettrica.

2019-10-06T11:50:23+00:006 Ottobre 2019|Categorie: AUTOBUS NEWS|

Iscriviti alla Newsletter

* campo obbligatorio