AT-jfm09

A vincere la gara per la gestione del servizio di trasporto pubblico in Toscana è stata Ratp, il colosso francese dei trasporti già presente nella Regione con la controllata Autolinee Toscane. Il TPL passerà quindi nelle mani di un unico gestore e non sarà più gestito da 14 aziende differenti. Il gruppo francese ha totalizzato 60 punti contro la rivale Mobit, il consorzio delle aziende toscane che fa capo a BusItalia, che si è fermato a 59,54 punti. Il bando di gara prevede che il contratto di servizio abbia una durata di 11 anni, per un valore di circa 4 miliardi di euro, e dovrebbe partire già dalla prossima primavera-estate con il nuovo gestore in lotto unico per l’intera Toscana. Questo almeno l’esito dell’apertura delle buste, che rimane in attesa degli ultimi accertamenti prima che arrivi l’aggiudicazione provvisoria del servizio da parte della Regione, a cui seguirà quella definitiva.

In primo piano

Mercato Europa, sono 31.020 i bus&coach immatricolati nel 2023 (+21%)

31.020 contro 25.657, +5.363 unità. Il mercato dell’autobus europeo, nel corso del 2023, è cresciuto del 20,90% rispetto al 2022 (dati Chatrou CME Solutions). Segno che dopo la brusca frenata d’arresto del Covid – con tanto di conseguenze da onda lunga – l ’ecosistema è vivo. Ed è vivo, vegeto e pie...

Articoli correlati

Potenza, bus con studenti finisce fuori strada

Incidente lungo la provinciale 83, alla periferia di Baragiano, in provincia di Potenza, dove un autobus con a bordo studenti è finito fuori strada per evitare lo scontro frontale con un automobile. L’autista ha sterzato per scongiurare il frontale, uscendo dalla carreggiata e ribaltandosi su ...