Torino si candida ad essere una delle prime 3 citta’ italiane a realizzare il progetto ministeriale MaaS4Italy, per il quale sono stati stanziati oltre 40 milioni nell’ambito del Pnrr per sviluppare sistemi destinati a integrare i dati della mobilita’ con quelli dei servizi e del trasporto pubblico, attraverso applicazioni dedicate. Obiettivo, dare risorse e finanziamenti per la realizzazione di un sistema Maas, il nuovo modello di mobilita’ che prevede l’integrazione di diversi servizi di trasporto collettivi e condivisi, pubblici e privati, su tre citta’ metropolitane, per poi superare i confini metropolitani ed estenderlo eventualmente su scala nazionale.

Torino candidata per il progetto MaaS4Italy

“Ci candidiamo perche’ riteniamo che il Maas possa essere un’opportunita’ per soddisfare i bisogni e le richieste di spostamento delle persone e migliorare la vivibilita’ e l’organizzazione della citta’ – spiega l’assessora alla Mobilita’, Chiara Foglietta -. Si tratta di un vero e proprio cambio culturale e di abitudine e il Comune avra’ l’opportunita’ di consolidare l’intermodalita’ e la multimodalita’ con un unico ecosistema”. Per Torino non si tratta della prima esperienza di Maas, avendo gia’ partecipato al progetto europeo Imove tra il 2016 e il 2018 e al progetto Buoni Mobilita’, attualmente in corso. Se la citta’ verra’ selezionata, il Maas sara’ progressivamente avviato a partire dalla primavera del 2023 e coinvolgera’, in una prima fase, alcune aziende e, in seguito tutti i cittadini diventando strutturale nel corso del 2024.

In primo piano

Quando il biglietto è intelligente è Pratic(k)o

Il gioco di parole è servito su un piatto d’argento. Un software in cloud per la gestione della bigliettazione digitale per il trasporto pubblico e privato: una soluzione pratica, o meglio, in un sola parola…Praticko. Stiamo parlando del progetto della software house e system integrator ...

Articoli correlati

Tpl Linea approva il piano industriale

L’assemblea dei soci di Tpl Linea, azienda del trasporto pubblico locale in provincia di Savona, ha dato il via libera al Bilancio di esercizio 2021 che chiude in utile nonostante il periodo pandemico e ha approvato l’aggiornamento del Piano industriale, atto primario per procedere con l...

Anav: «Dai bus del tpl solo lo 0,5% delle emissioni»

Gli autobus impegnati nei servizi di tpl in Italia sono responsabili appena dello 0,5% delle emissioni climalteranti. Un dato forse sorprendente, in positivo, che è contenuto nello studio dedicato alla transizione energetica del tpl, condotto dal Politecnico di Milano, presentato in occasione del co...