La cerimonia di premiazione della quarta edizione del Sustainable Bus Award 2022, il premio rivolto agli autobus più innovativi e sostenibili lanciati sul mercato europeo, si svolgerà in modalità digitale il 19 novembre, con la partecipazione dell’amministratore delegato di Busworld, Mieke Glorieux, dopo un anno di stop a causa della pandemia di Covid.

«L’industria degli autobus è senza dubbio un’industria sostenibile. Un’industria che può svolgere un ruolo più attivo nelle misure di cambiamento climatico. Non abbastanza persone, soprattutto al di fuori del nostro settore, ne sono consapevoli. Busworld sostiene pienamente l’iniziativa di SBY che vuole renderlo più evidente. Pertanto vuole aiutare SBY a diffondere il messaggio tramite le sue piattaforme globalBusworld. Perché si tratta di autobus, pullman e persone», commenta Mieke Glorieux.

Il premio è suddiviso nelle tre seguenti categorie: Urban, Intercity, Coach. Come anticipato prima dell’estate, tra gli autobus urbani, la sfida quest’anno sarà tra tre veicoli elettrici a batteria: Irizar ie bus, MAN Lion’s City E, Solaris Urbino 15 LE Electric. Nel segmento “Intercity” i finalisti sono la nuova versione del Mercedes Intouro, lo Scania Interlink LNG e l’Isuzu Kendo CNG. Tra i pullman, Volvo 9700 DD, MAN Lion’s Coach, Indcar L9 DAF si troveranno faccia a faccia.

La giuria rappresenta otto paesi europei, ognuno dei quali è rappresentato da una delle principali riviste di settore. Vale a dire: Mobilités Magazine (Francia), Busfahrt (Germania), Autobus (Italia), PV-Magazine (Olanda), Infotrucker (Romania), Revija Tranzit (Slovenia), Carril Bus (Spagna), Bus and coach professional (Regno Unito).

La rosa dei candidati è il risultato di una prima selezione. Ogni giurato ha presentato i propri candidati e i veicoli che hanno ottenuto più nomination (tre per categoria) sono stati inclusi nella lista dei finalisti. Ora i giurati procederanno con la seconda fase, effettuando una valutazione dettagliata dei veicoli selezionati secondo i criteri SBY, suddivisi nelle seguenti aree: motore, trasmissione, sicurezza, comfort, sostenibilità.

In primo piano

D’Auria Furore. Il minibus turistico per la ripartenza

Il nuovo corso del Gruppo D’Auria prende il via nella nuova sede, già pronta a febbraio 2020, poco prima che si abbattesse l’uragano pandemico. E prende forma con una nuova freccia al proprio arco, il modello Furore in grado di alloggiare 31 persone su telaio Daily, e sull’onda di una chiara divisio...

Articoli correlati

26 autobus elettrici targati Karsan per Deva (Romania)

L’elettrificazione delle reti di trasporto della Romania continua a pieno ritmo, anche grazie a Karsan, che ha infatti vinto un appalto per 26 autobus elettrici per la città di Deva. Il costruttore turco aveva già consegnato veicoli elettrici a molte città della Romania e firmato contratti ad ...

Genova, il trasporto pubblico diventa gratuito

Il primo dicembre Genova comincera’ la sperimentazione del trasporto pubblico locale gratuito, a partire al momento dagli impianti verticali (ascensori, funicolari e cremagliere) e metropolitana. L’obiettivo, ha spiegato il sindaco Marco Bucci “e’ incentivare l’utilizzo...