DSC_1562

Secondo quanto riporta il Budapest Business Journal, la Rampini sarebbe pronta ad aprire uno stabilimento di produzione in Ungheria. Stando alle indiscrezioni dei media ungheresi, l’Amministratore Delegato dell’azienda di Passignano avrebbe infatti nei giorni scorsi svolto trattative con alcuni soci locali per dare il via alla produzione di autobus elettrici in terra ungherese. Al momento non è ancora chiara quale potrebbe essere l’ubicazione del centro produttivo, ma pare certo che i bus prodotti Oltralpe sarebbero destinati al mercato ungherese e prodotti con componenti in gran parte locali. Non si tratterebbe in ogni caso della prima mossa di Rampini in Ungheria: circa due anni fa l’azienda aveva stretto un accordo con Siemens per fornire al Budapest Transport Center BKV 21 autobus elettrici, ma l’affare sfumò a causa del mancato supporto e approvazione del governo ungherese.

In primo piano

Mercato Europa, sono 31.020 i bus&coach immatricolati nel 2023 (+21%)

31.020 contro 25.657, +5.363 unità. Il mercato dell’autobus europeo, nel corso del 2023, è cresciuto del 20,90% rispetto al 2022 (dati Chatrou CME Solutions). Segno che dopo la brusca frenata d’arresto del Covid – con tanto di conseguenze da onda lunga – l ’ecosistema è vivo. Ed è vivo, vegeto e pie...

Articoli correlati

V.I.T.A. presenta due Setra con la tecnologia Pureti

V.I.TA. ha presentato il 28 febbraio scorso a Cervinia due Setra S531 Dt di ultima generazione con tecnologia Pureti. Una cerimonia che ha visto la partecipazione di Luigi Bertschy, Assessore Trasporti e Mobilità sostenibile della Val d’Aosta,  Giulio Grosjacques, Assessore regionale al Turismo...

Potenza, bus con studenti finisce fuori strada

Incidente lungo la provinciale 83, alla periferia di Baragiano, in provincia di Potenza, dove un autobus con a bordo studenti è finito fuori strada per evitare lo scontro frontale con un automobile. L’autista ha sterzato per scongiurare il frontale, uscendo dalla carreggiata e ribaltandosi su ...