Wiener Linien, l’azienda municipale di trasporto pubblico austriaca, ha messo in servizio a Vienna il primo bus elettrico (eBus) fornito da Rampini (Alè elettrico con pantografo). Questo è il primo di dodici veicoli che la società viennese ha deciso di implementare per offrire alla capitale un servizio completamente elettrico entro l’estate del 2013. A ogni fermata e a ogni capolinea, il bus elettrico si ricarica attraverso un pantografo montato sul tetto, immagazzinando l’energia nelle proprie batterie in soli 15 minuti. L’eBus, inoltre, recupera l’energia frenante e ha un’autonomia di 120-150 chilometri. La soluzione innovativa e la tecnologia drive dei dodici bus elettrici fanno parte del portfolio Siemens mentre la prima serie di questo modello elettrico è stata realizzata in collaborazione con il produttore di autobus Rampini, continua la nota. L’intero fabbisogno energetico è immagazzinato in batterie, collocate all’interno del bus, che consentono anche il funzionamento dei sistemi di condizionamento e riscaldamento dell’aria. I principali vantaggi rispetto ai veicoli alimentati a gas o a diesel sono: l’energia richiesta, circa il25% in meno, i minori costi di manutenzione e il completo funzionamento a emissioni zero, spiega Siemens. L’eBus compatto e a pianale ribassato può trasportare fino a 40 passeggeri e raggiungere una velocità massima di 62 km/h. Non emette CO2 ed è estremamente silenzioso, conclude la nota.

In primo piano

Mercedes eCitaro Fuel Cell, l’idrogeno per un’autonomia…alle Stelle

Il lancio ufficiale è arrivato alle porte dell’estate 2023, quando Daimler Buses scelse il palcoscenico del Summit UITP di Barcellona per la premiere mondiale del suo primo autobus a idrogeno, il Mercedes eCitaro Fuel Cell, in versione articolata da 18 metri. Si tratta di fatto di un’evoluzione dell...

Crossway Mild Hybrid NF: così Iveco Bus cavalca l’onda ibrida leggera

L’interurbano normal floor più diffuso in Europa non poteva non avvicinarsi a quella che qualcuno definisce ‘moda del momento’, cioè il mild hybrid. E lo fa in occasione degli ultimi aggiornamenti omologativi che riguardano il pacchetto Gsr2 nonché dell’interessante restyling frontale con tanto di n...

Articoli correlati

Un po’ funivia, un po’ bus: viaggio alla scoperta di ConnX

Ha superato con successo l’articolata fase di test e tra un anno sarà definitivamente pronto per fare il suo ingresso nel mercato. L’annuncio è stato dato nei giorni scorsi a Vancouver sul palcoscenico più importante del settore, il congresso mondiale dei trasporti a fune: ConnX, la rivoluzione ecol...

Riviera Trasporti, niente gestione in-house del tpl di Imperia

“Non ci sono le condizioni per l’affidamento in house, devono essere garantite efficienza ed economicità, che mancano nel piano industriale presentato da Riviera Trasporti“. Così il presidente della Provincia Claudio Scajola, ha aperto il getto di una doccia gelata all’operatore ci...
Tpl