Il primo Rampini per Sasa. L’autobus elettrico – gli 8 metri a batteria dell’Eltron – sarà presto in servizio sulle linee 6 e 236 dell’operatore altoatesino, a Merano. Un altro passo verso un futuro a basse emissioni nel trasporto pubblico locale di Bolzano e provincia.

Il Rampini Eltron entrerà in servizio nei prossimi giorni: il tracciato delle due linee sulle quali sarà utilizzato ha caratteristiche particolari a causa delle sue condizioni topografiche. E con una lunghezza di soli 8 metri, il midibus del costruttore di Passignano sul Trasimeno offre spazio a bordo fino a 48 passeggeri, rappresentando il mezzo è ideale per la tratta verso Thurnstein, grazie alla sua eccellente manovrabilità.

Caterina Rampini (Vice Presidente e Amministratore Delegato Rampini SpA), Dario Dal Medico (Sindaco di Merano), Astrid Kofler (Presidente di Sasa SpA) e Ruggero Rossi de Mio (Direttore Generale Sasa SpA)

«È un estremo piacere poter contribuire al processo di transizione green in un territorio all’avanguardia come quello della provincia di Bolzano, da anni impegnato nel rinnovo della flotta con soluzioni sostenibili. Si tratta del primo bus elettrico Rampini consegnato a Sasa, che verrà impiegato in ambito suburbano, andando pertanto a costituire un ulteriore step della decarbonizzazione dei servizi di trasporto pubblico anche al di fuori dei centri cittadini», ha dichiarato Caterina Rampini, Vice Presidente e Amministratore delegato di Rampini

«Con l’entrata in servizio di un ulteriore bus elettrico, abbiamo ora 26 autobus a emissioni zero nella nostra flotta. Ci stiamo concentrando consapevolmente su entrambe le tecnologie – autobus a idrogeno e a batteria – per essere in grado di offrire la soluzione giusta in ogni caso, a seconda delle circostanze. Non vediamo l’ora di offrire ai nostri passeggeri un’alternativa sostenibile e di migliorare costantemente il comfort e l’affidabilità del trasporto pubblico locale», ha commentato la presidente di Sasa Astrid Kofler.

Infine, queste le parole di Dario Dal Medico, sindaco di Merano: «Un servizio di trasporto pubblico locale green e sempre più convertito all’elettrico è un tassello fondamentale nella nostra strategia di sviluppo della città, che mira a rendere la sostenibilità ambientale una modalità sempre più diffusa e praticabile – dagli interventi strutturali e infrastrutturali alla mobilità alla promozione turistica. La conformazione topografica del nostro territorio comunale e certe vie più strette e tortuose richiedono mezzi particolari. Sono sicuro che questo nuovo mezzo risponderà appieno alle esigenze dell’utenza meranese».

In primo piano

E7S e non solo: le soluzioni di mobilità urbana sostenibile di Yutong

Con lo sviluppo continuo delle città e l’aumento della popolazione, il traffico urbano affronta sfide senza precedenti. Lo sviluppo rapido della tecnologia ci offre opportunità per ripensare il futuro dei servizi di trasporto cittadino. Le città hanno bisogno di soluzioni di mobilità più intelligent...

Articoli correlati

Vicenza sceglie i LightTram Hess: le prime consegne nel 2027

Vicenza ha fatto la sua scelta: Hess. Sarà infatti il costruttore svizzero, con sede a Bellach, a fornire a SVT di Vicenza 16 bus elettrici, che saranno acquistati grazie ad un contribuito di 19 milioni di e concesso dal Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti. Le consegne inizieranno ad otto...

Ecco l’interurbano Volvo 8900 Electric: sarà pronto nel 2025

Volvo Buses ha alzato il sipario sull’autobus interurbano Volvo 8900 Electric, estendendo così la propria offerta europea di mobilità elettrica anche ai profili di missione in Classe II. Le prime versioni del Volvo 8900 Electric saranno disponibili in “mercati europei selezionati nel cor...

Rampini consegna gli Eltron con pantografo a Tper Bologna

Si rinnova l’impegno di Tper Spa, che da tempo ha abbracciato la sfiida della transizione energetica: l’ammodernamento della flotta sta proseguendo spedita, nel nome del “mix energetico”. Oggi è stato nuovamente il giorno dell’elettrico: nella cornica di Piazza Maggiore...