Nonostante la tendenza di utilizzare materiali plastici resistenti allo sporco e agli atti vandalici sia in aumento, la presenza di sedili imbottiti e rivestiti con stoffe disegnate è ancora molto comune su tanti autobus urbani. Con l’obiettivo di spiazzare i passeggeri e cogliere sui loro volti le reazioni – per la maggior parte di ironia, condita con sorrisi spontanei – l’artista tedesca Menja Stevenson ha deciso di dare vita ad un progetto chiamato Bustour, utilizzando i rivestimenti interni dei sedili dei bus per realizzare vestiti e accessori. Dopo diverse ricerche, Stevenson ha dovuto richiedere direttamente ai costruttori i tessuti per realizzare i look in pendant. Nonostante il piacere di vedere lo stupore negli occhi dei passeggeri, l’artista tedesca, si legge in una nota, sconsiglia di utilizzare gli abiti per usi quotidiani: i materiali con cui sono fatti risultano ruvidi, scomodi e fastidiosi da indossare. Insomma, alla ‘ragazza’ non sfugge proprio nulla!

In primo piano

Siemens, tutte soluzioni per l’e-mobility

Siemens Smart Infrastructure è stata tra i protagonisti dell’edizione 2024 di NME – Next Mobility Exhibition, a Milano, dall’8 al 10 maggio. Soluzioni personalizzate per l’elettrificazione, infrastrutture di ricarica adatte a tutte le esigenze e soluzioni software e IoT per ottimizzare la gest...

Articoli correlati

Optibus apre una nuova sede a Roma

Optibus ha annunciato oggi l’apertura di una nuova sede nell’Europa meridionale a Roma, in Italia. Piattaforma di intelligenza artificiale cloud-native nata a Tel Aviv nel 2014 – e ora utilizzata in oltre mille città in Europa, America (del Sud e del Nord, dove ha appena acquisito Trilli...