TEP ha inaugurato questa mattina 25 autobus e minibus, tutti a metano, destinati a servizi urbani, suburbani e scolastico. È il risultato di un investimento di 7 milioni di euro. In maggio l’azienda aveva presentato un nuovo lotto di filobus.

Nel dettaglio, sono queste le nuove vetture: 10 MAN Lion’s City CNG 18 EfficientHybrid, altrettanti Citymood 12 CNG firmati Industria Italiana Autobus, 5 minibus Iveco carrozzati da Indcar.

Con questa fornitura, la flotta a metano di TEP raggiunge le 118 unità (90 vetture ordinarie + 28 pullmini Happy Bus).

Il nuovo lotto di vetture snodate, in particolare, permette di dar vita al progetto già annunciato da TEP di estensione dell’alimentazione a gas naturale anche a tutti i servizi suburbani, quelli cioè che partendo dalla città raggiungono i comuni extraurbani intorno a Parma.

L’acquisto di bus a metano proseguirà nel 2024, con 7 Iveco Crossway interurbani e 4 pullmini Happy Bus già ordinati e in arrivo tra la primavera e l’autunno.

Per le linee che viaggiano esclusivamente in ambito urbano, invece, TEP sta portando avanti il proprio impegno all’elettrificazione dei servizi. I primi 14 autobus completamente elettrici a batteria, a logo Solaris, sono previsti in arrivo entro la primavera 2024.

MAN da 18 metri per le tratte suburbane

I 10 autobus suburbani ibridi a metano autosnodati, prodotti da MAN, modello Lion’s City CNG con modulo EfficientHybrid. Questi veicoli, per la loro capienza (fino a 111 passeggeri, di cui 53 con posto a sedere) sono particolarmente adatti a servire le tratte più utilizzate anche in orario di punta. Saranno, infatti, destinati prevalentemente alla linea urbana n. 6 che, provenendo da via La Spezia, serve in città l’asse delle scuole di via Bixio, la stazione ferroviaria, il polo universitario di Veterinaria e l’aeroporto, proseguendo verso la prima cintura suburbana fino Collecchio, Felino, Fornovo e Sala Baganza, i cui sindaci e rappresentanti erano presenti all’inaugurazione di questa mattina.

La salubrità dell’aria a bordo è garantita da un sistema di sanificazione a raggi UV. Sul bus sono disponibili 6 punti di ricarica con prese USB per device elettronici come telefonini e tablet. 6 telecamere di videosorveglianza inquadrano l’intera lunghezza dell’abitacolo.

L’investimento per l’acquisto dei 10 bus snodati è stato di 3,9 milioni di euro, finanziati all’80% dal piano complementare al PNRR della Regione Emilia-Romagna.

Industria Italiana Autobus, Citymood per Parma

Si aggiungono alla fornitura 10 autobus urbani lunghi 12 metri modello Citymood, realizzati dall’italiana IIA. Anche in questo caso si tratta di veicoli a metano CNG, destinati però alle linee cittadine, rientranti per livello di emissioni nella normativa Euro 6. Possono trasportare fino a 99 passeggeri, con ben 4 posti riservati a persone con ridotta capacità motoria.

7 prese USB permettono di ricaricare gli strumenti elettronici in viaggio. Il sistema di videosorveglianza si serve di 5 telecamere interne. La spesa per i nuovi bus urbani è di 2,4 milioni di euro, con un finanziamento di quasi 1,4 milioni dal Piano strategico Nazionale per la Mobilità Sostenibile (PSNMS RER).

Entrambe le tipologie di autobus dispongono di una piattaforma per l’alloggiamento di carrozzine per persone a mobilità ridotta, con rampa di accesso ad azionamento sicaruale. E poi disponibile un’ ulteriore postazione, separata, per lo stazionamento in Sonrezza di bimbi in passeggino. l’accesso a bordo è agevolato dal sistema kneeling che consente al bus di abbassarsi lateratmente in fermata e minimizzare il dislivello tra i pianale del bus e il marciapiedi.

Completano l’equipaggiamento un visore a con l’indicazione di prossima fermata e il sistema di condizionamento di bordo che regola automaticamente la temperatura nell’abitacolo in base a quella esterna.

Indcar Mobi per il trasporto scolastico

Le ultime 5 vetture presentate oggi sono minibus prodotti da IVECO INDCAR Mobi allestiti da Maresca e Fiorentino che saranno dedicati al servizio di trasporto scolastico Happy Bus. Anche in questo caso si tratta di metano Euro 6 CNG interamente climatizzate, in grado di trasportare fino a 45 bambini più un accompagnatore. Lunghi solo 8,6 metri, sono in grado di muoversi con agilità nelle vie del centro con spazi di manovra ristretti, anche grazie al cambio automatico a 8 rapporti e alle telecamere per la retromarcia che agevolano il posteggio nelle piazzole di sosta presso le scuole. Per i nuovi pullmini TEP ha investito quasi 660mila euro e si è aggiudicata un finanziamento dal PSNMS RER per 380mila euro.

In primo piano

Mercedes eCitaro Fuel Cell, l’idrogeno per un’autonomia…alle Stelle

Il lancio ufficiale è arrivato alle porte dell’estate 2023, quando Daimler Buses scelse il palcoscenico del Summit UITP di Barcellona per la premiere mondiale del suo primo autobus a idrogeno, il Mercedes eCitaro Fuel Cell, in versione articolata da 18 metri. Si tratta di fatto di un’evoluzione dell...

Crossway Mild Hybrid NF: così Iveco Bus cavalca l’onda ibrida leggera

L’interurbano normal floor più diffuso in Europa non poteva non avvicinarsi a quella che qualcuno definisce ‘moda del momento’, cioè il mild hybrid. E lo fa in occasione degli ultimi aggiornamenti omologativi che riguardano il pacchetto Gsr2 nonché dell’interessante restyling frontale con tanto di n...

Articoli correlati

Un po’ funivia, un po’ bus: viaggio alla scoperta di ConnX

Ha superato con successo l’articolata fase di test e tra un anno sarà definitivamente pronto per fare il suo ingresso nel mercato. L’annuncio è stato dato nei giorni scorsi a Vancouver sul palcoscenico più importante del settore, il congresso mondiale dei trasporti a fune: ConnX, la rivoluzione ecol...

Riviera Trasporti, niente gestione in-house del tpl di Imperia

“Non ci sono le condizioni per l’affidamento in house, devono essere garantite efficienza ed economicità, che mancano nel piano industriale presentato da Riviera Trasporti“. Così il presidente della Provincia Claudio Scajola, ha aperto il getto di una doccia gelata all’operatore ci...
Tpl