Otokar ha acquisito Mauri Bus System. L’azienda brianzola è l’ultimo anello di un processo di espansione europea messo in campo dall’OEM. La nuova controllata aiuterà Otokar a realizzare le sue ambizioni di crescita per il mercato italiano, dichiara il gruppo. 

Otokar, società del Gruppo Koç che trasporta oggi milioni di passeggeri su decine di migliaia di autobus in oltre 60 Paesi del mondo, ha infatti acquisito Mauri Bus System.

Otokar acquisisce Mauri

Attualmente Otokar ha quattro controllate estere e le esportazioni rappresentano oltre il 70% del fatturato dell’azienda. Con questa acquisizione Otokar va ad aggiungere una controllata italiana alle sue attività europee, al fianco delle società già presenti in Francia e Romania. 

Grazie a questa acquisizione “Otokar si attende un cambio di passo nel mercato italiano, soprattutto grazie al rinnovamento del portafoglio di veicoli a zero emissioni. Ad oggi Mauri Bus System, che ha contribuito in modo significativo al successo di Otokar nel mercato italiano degli autobus, ha consegnato oltre 700 autobus Otokar”, dichiarano da Otokar.

L’azienda italiana, che l’anno scorso ha festeggiato il suo 101° anniversario, segue la vendita ed il post vendita sul territorio. 

Otokar – Mauri, tra Toscana e Puglia

Otokar mostra costantemente un forte trend di crescita con ottimi risultati di vendita e si conferma uno dei marchi di autobus preferiti in Europa, a partire da Francia, Italia e Spagna. Negli anni scorsi Otokar ha firmato importanti accordi quadro sul mercato italiano, nell’ambito dei quali ha ricevuto ordini per autobus Vectio e Kent nel 2022. La maggior parte degli autobus Otokar che entreranno in servizio nei prossimi mesi in Toscana e Puglia, saranno alimentati a gas naturale. “Di recente Otokar ha anche ricevuto ordinativi per autobus elettrici che saranno impiegati in diverse città italiane”, viene dichiarato.

Kerem Erman, vice direttore generale di Otokar, dichiara: “Siamo molto lieti di accogliere Mauri Bus System all’interno del gruppo Otokar. Con questa acquisizione facciamo fare un salto di qualità alla nostra già positiva partnership, che dura da quasi 13 anni. Da sempre il fattore principale del successo di Otokar è stato l’approccio verso il cliente. Con l’acquisizione saremo più che mai vicini ai nostri clienti in Italia e sapremo capire ancora meglio le loro esigenze e aspettative.” 

Sottolineando gli obiettivi di crescita dell’azienda per il mercato europeo, Erman prosegue: “L’Italia è uno dei nostri mercati più importanti sulle cui strade gli autobus Otokar per il trasporto di passeggeri circolano sin dal 2010. Siamo convinti che questa operazione consentirà di migliorare ulteriormente i già buoni risultati di Otokar nel Paese.” 

In merito all’accordo, Umberto Mauri, Amministratore Unico di Mauri Bus System, dichiara: “Siamo molto orgogliosi di entrare a far parte di Otokar, un brand di respiro globale. Sono certo che con questo accordo Otokar rafforzerà la sua presenza sul mercato italiano sul fronte della vendita e del post-vendita.”  

In primo piano

Mercedes eCitaro Fuel Cell, l’idrogeno per un’autonomia…alle Stelle

Il lancio ufficiale è arrivato alle porte dell’estate 2023, quando Daimler Buses scelse il palcoscenico del Summit UITP di Barcellona per la premiere mondiale del suo primo autobus a idrogeno, il Mercedes eCitaro Fuel Cell, in versione articolata da 18 metri. Si tratta di fatto di un’evoluzione dell...

Articoli correlati