Olli, bus a guida autonoma con intelligenza artificiale Ibm Watson

Berlino sta sperimentando Olli, il minibus a guida autonoma sviluppato dalla startup americana Local Motors, che viaggia ad energia solare e si stampa in 3D. Il prototipo, dopo essere comparso durante l’estate per le vie di Washington, è sceso in strada, nei giorni scorsi, nel quartiere berlinese di Schöneberg, dove offre un servizio navetta all’interno del campus Euref, sede di diverse aziende che si occupano di urbanistica sostenibile e nuove tecnologie. Il test è finalizzato a permettere ad Olli di migliorare le proprie capacità di guida autonoma: riconoscere gli ostacoli e “leggere” le indicazioni dei cartelli. L’iniziativa è sponsorizzata da Deutsche Bahn.

Il cervello è il sistema Ibm Watson

Il minibus è equipaggiato con il sistema di intelligenza artificiale Ibm Watson, e ha la rivoluzionaria caratteristica di poter essere stampato in 3D. La corsa della navetta a Berlino dura in media 7 minuti, e il bus può portare 8 persone alla volta. Non manca, naturalmente, la presenza costante di un conducente passivo che supervisiona la sicurezza del tragitto, come d’obbligo secondo le normative che non consentono ancora la circolazione di mezzi che si guidano da soli.

La guida autonoma è il futuro

Non ha dubbi, secondo quanto riportato da “La stampa”, il vice presidente della startup Local Motors Damien Declercq: «In cinque anni centinaia di veicoli a guida autonoma si muoveranno per le strade di Berlino, pronti per essere chiamati in servizio». Come? Con lo smarphone, naturalmente: Olli è progettato per interagire coi passeggeri in tempo reale tramite app.

In primo piano

Scania Citywide Lf Cng. Scoprilo in un video

Scania Citywide Lf Cng. Sostenibilità è il mantra del nostro presente e futuro. In un settore chiave come quello dei trasporti e del trasporto pubblico urbano, politica e industria stanno lavorando per una mobilità davvero sostenibile. Tra i player del settore che si stanno muovendo in questo solco ...

Articoli correlati

Torino candidata per il progetto MaaS4Italy

Torino si candida ad essere una delle prime 3 citta’ italiane a realizzare il progetto ministeriale MaaS4Italy, per il quale sono stati stanziati oltre 40 milioni nell’ambito del Pnrr per sviluppare sistemi destinati a integrare i dati della mobilita’ con quelli dei servizi e del t...

Free Now, il protagonista della nuova mobilità urbana

Free Now, piattaforma di multi-mobilità, è protagonista della ripartenza delle città italiane intercettando le nuove abitudini di mobilità urbana post-pandemia. Presente in 16 Paesi e in oltre 170 città, Free Now ha come punto centrale delle proprie strategie di sviluppo, l’introduzione di una serie...