La Città metropolitana di Milano ha firmato, martedì 10 gennaio 2023, il contratto con la società C.M.C. Ravenna per la costruzione della nuova tranvia Milano-Seregno FS (con tappa intermedia a Desio).

L’avvio del primo cantiere è previsto per il 15 marzo 2023. L’accordo firmato prevede 38 mesi di lavori per un investimento complessivo di 131 milioni di euro. La conclusione dei lavori è prevista per il 2025. Sicuramente un’opera fondamentale per l’hinterland milanese, ormai privato delle sue storiche linee tranviarie interurbane, dopo la soppressione della linea Milano-Limbiate nel settembre 2022; la soppressione della linea Milano-Desio risale al 30 settembre 2011, dopo 130 anni di esercizio.
La linea Milano Seregno Giussano fu infatti inaugurata nel 1881, la diramazione per Carate Brianza nel 1886. Già nel 1958, con l’avvento della motorizzazione privata e dei servizi automobilistici, venne chiusa la tratta Seregno-Giussano, seguita dalla Desio Carate nel 1982 e dalla Milano – via Valtellina-Niguarda nel 1999.

Nonostante le cancellazioni, le parti coinvolte hanno sempre sostenuto l’importanza della linea e oggi, dopo tante attese e rinvii, i cantieri sono pronti a partire, per la realizzazione di una moderna metro-tranvia, in linea con le realtà di tutta Europa. Gli ultimi passi, prima dell’accordo, sono stati l’approvazione, il 2 agosto 2022, da parte del “Comitato interministeriale per la programmazione economica e lo sviluppo sostenibile” (Cipess) del nuovo progetto con la delibera di uno stanziamento aggiuntivo. Il 30 novembre 2022 è stato firmato il “Protocollo di legalità per la realizzazione della Metrotranvia Milano-Seregno”.

Tranvia Milano-Seregno, lunghezza e fermate

La linea sarà lunga 14,7 km, da Parco Nord passerà per Bresso, Cormano, Cusano Milanino, Paderno Dugnano, Nova Milanese, Desio. Da Parco Nord a Paderno Dugnano (Calderara), lunga 7,9 km, la linea sarà a doppio binario, mentre il tratto da Calderara a Seregno FS, lungo 6,4 km, sarà a binario unico, con raddoppio alle intersezioni. Il pubblico avrà a disposizione 25 nuove fermate, a una distanza media di 540 m. Saranno riqualificati alcuni tratti dismessi della vecchia tranvia, in viale Roma e viale Cooperazione a Cusano Milano e in via Garibaldi a Desio. È prevista la realizzazione di piste ciclabili e aree verdi.

La parte infrastrutturale sarà completamente nuova, con nuovi binari e linea aerea, e l’adozione di nuove tecnologie di segnalamento. È previsto un nuovo parcheggio di interscambio a Paderno Dugnano e un nuovo deposito di materiale rotabile al confine tra Desio e Seregno.

La nuova linea contribuirà a ridurre il traffico veicolare e l’inquinamento atmosferico e si integrerà nel sistema di mobilità dell’area a nord di Milano e della Brianza centrale, con la linea 4 della metropolitana, la linea 3 della metropolitana e la rete ferroviaria gestita da Trenord. A Seregno sarà garantito l’interscambio con la stazione ferroviaria. Dovranno essere disponibili per l’esercizio almeno 18 nuovi tram bidirezionali.

di Stefano Alfano

In primo piano

Articoli correlati

“Era il sogno di mio padre: sono diventa autista per lui”

Una bella storia quella di Michela Moglia, 56 anni, che dopo aver perso il proprio posto di lavoro si è rimboccata le maniche e con una bella dose di coraggio si è rimessa in gioco, iscrivendosi all’Academy per autisti di SETA. La donna ha frequentato il corso fino alla fine, superando tutti i...