Dal 25 giugno 2021 a Napoli il trasporto pubblico è sempre più green. È stata infatti inaugurata e messa in servizio la nuova linea filoviaria R4, lunga 6 km, che unisce il Museo Nazionale con l’ Ospedale Cardarelli passando per il ponte Sanità, la Basilica di Capodimonte e via Colli Aminei. Un’ottima notizia che conferma ancora una volta la validità della modalità di trasporto filoviaria.

Nuova linea filoviaria R4, i dettagli del progetto

Il progetto della nuova linea filoviaria R4 è stato promosso dal Comune di Napoli ed è stato realizzato dalla Alstom Ferroviaria SpA e De Luca Costruzioni con gara pubblica nel 2010, e nel 2019 sono iniziati i lavori.

25 sono le fermate della linea, di cui una in corrispondenza della linea Metro 1; 18 le ore di servizio giornaliero (dalle 5.30 alle 23.45) con passaggi ogni 7 minuti nelle ore di punta.

Importanti anche i numeri per l’opera infrastrutturale. Sono stati posati oltre 600 pali, che oltre a sostenere la linea aerea fungono anche da illuminazione pubblica; sono state costruite 2 nuove sottostazioni elettriche, un impianto di supervisione a comando integrato, sono stati posati 25 km circa di cavi di alimentazione e 16 km di cavi di contatto, e realizzati oltre 2000 mq di pavimentazione pedonale.

Verranno impiegati 12 filobus della flotta esistente, gli F19 AnsaldoBreda (serie 9087-9165) dotati per l’occasione di nuova livrea di colore verde.

La prima attivazione della linea è avvenuta nella zona dell’Ospedale Cardarelli il 26 novembre 2020, quindi sono iniziate le prove in linea, le verifiche USTIF e il completamento delle opere accessorie, oltre a una fase di pre-esercizio di due settimane nella fascia oraria 15-19. Ora, finalmente, il via libera.

Il commento

Positivo il commento del sindaco di Napoli De Magistris, che sottolinea gli sforzi fatti, e il gran lavoro di squadra del Comune e di ANM per portare a termine il progetto della nuova linea filoviaria R4 nonostante il periodo di pandemia, e l’importanza del nuovo collegamento, che unisce in modalità green i Colli Aminei e la zona Ospedaliera.

Marco Gaudini, assessore al Trasporto Pubblico e alla Mobilità del Comune di Napoli, ha sottolineato l’importanza del raggiungimento dell’obiettivo, molto atteso dalla cittadinanza, che vede potenziata la rete di trasporto pubblico e anche migliorata l’illuminazione stradale su una parte del percorso con un intervento di efficientamento energetico.

E’ uno sguardo verso il futuro“, dichiara l’amministratore unico di Anm Nicola Pascale, sottolineando l’importanza del nuovo collegamento in termini di impatto ambientale. La nuova linea ha comportato una serie di opere funzionali e di riqualificazione urbana, come precisa il Direttore del Trasporto Elettrificato di ANM, ing. Pierpaolo Martino, con marciapiedi larghi, nuova illuminazione stradale e 12 filobus che hanno sostituito altrettanti mezzi a combustione interna.

Siamo lieti di aver realizzato per Anm la nuova filovia R4, linea ad alimentazione completamente elettrica che collegherà la Zona Ospedaliera con il Museo Nazionale di Napoli” – dichiara Vincenzo Garofalo, Systems & Infrastructure Italy Managing Director di Alstom. “Il progetto contribuirà a potenziare i servizi di trasporto, con l’obiettivo di ridurre le emissioni di gas di scarico e l’inquinamento acustico dei mezzi e salvaguardare così l’ambiente”.

Articolo di Stefano Alfano

In primo piano

Indcar Mobi, l’urbano a gas ha un’autonomia al top

Quello della transizione energetica è il tema centrale su cui ruotano presente e futuro del settore del trasporto pubblico, e non solo. La graduale messa al bando delle soluzioni diesel apre infatti a nuovi scenari. E se le soluzioni elettriche non hanno ancora fatto breccia, le motorizzazioni a gas...

VDL Italia: nuovo team commerciale e la ripartenza del turismo

La tempesta Covid, il focus sulla sicurezza, le iniziative per i clienti travolti dalla crisi. E ora, il mercato che riparte e i Classe III che tornano finalmente a solcare le autostrade del Belpaese. VDL Italia si presenta al rilancio del mercato turistico forte di una gamma che ha già dimostrato i...

Giorgio Zino, presente e futuro di Iveco Bus

Post pandemia, investimenti e sguardo al domani. La transizione elettrica? Ha frenato, ma sta ripartendo. La produzione? È tornata a livelli pre Covid. Abbiamo incontrato Giorgio Zino, Business Director Italy and Greece Iveco Bus che ci ha tratteggiato il presente e il futuro del gruppo. Giorgio Zin...

Cloud-based e multicanale. La bigliettazione secondo Praticko

Le nuove tecnologie sono la principale chiave per migliorare la competitività e uscire dalla crisi. Al centro dei cambiamenti c’è il Cloud, considerato come lo strumento abilitante per eccellenza per progetti di digital transformation che, per propria natura, necessitano di praticità, flessibilità e...

Articoli correlati

Solaris, altri 19 filobus Trollino per La Spezia

Solaris consegnerà 19 filobus all'avanguardia e rispettosi dell'ambiente a La Spezia. La flotta dell'operatore ATC Esercizio S.p.A. sarà infatti ampliata con l'aggiunta di 14 filobus Trollino 12 e 5 filobus articolati Trollino 18.