Da lunedì 23 agosto i lavori sulla strada che è il cuore dell’intervento di riqualificazione della mobilità del quartiere. Circolazione garantita su due corsie Il cuore dell’intervento in corso per la riqualificazione della mobilità nel quartiere dell’area nord nell’ambito del Progetto Periferie, nell’area dell’ex Mercato bestiame, è la trasformazione di strada Canaletto in una sorta di boulevard, con ciclopedonali su entrambi i lati e una fascia verde centrale con alberature che ospiterà anche la filovia e una nuova illuminazione stradale.Da lunedì 23 agosto iniziano i lavori preliminari per quell’intervento specifico sulla strada che diventerà un elemento di connessione tra una porzione e l’altra della zona interessata dalla riqualificazione, favorendo la permeabilità per la mobilità dolce. E sarà anche l’asse centrale per la ricucitura con il centro storico.Si parte, infatti, con le operazioni di bonifica bellica per la costruzione dei plinti della nuova filovia nel tratto tra la rotatoria con viale Gramsci e quella con via Finzi. Nel giro di qualche giorno poi si passa agli scavi in profondità.

Modena, nuova filovia per via Canaletto in versione ‘boulevard’

Per la durata dei lavori, che interesseranno per lo più la parte centrale della strada, opportunamente delimitata, il traffico viene canalizzato su due corsie di larghezza ridotta a 3 metri, una a nord e l’altra a sud della fascia recintata. Grazie alle due rotatorie è possibile, comunque, garantire un’organizzazione della circolazione che consente ampia accessibilità in ogni direzione.Per il periodo interessato dalla riduzione della carreggiata le linee 11, 12 e 14 del trasporto pubblico vengono deviate, in entrambe le direzioni, sull’itinerario via Montalcini – via Montessori.Nel frattempo, continuano i lavori anche negli altri lotti del progetto di riqualificazione della mobilità che, complessivamente, ha un valore di due milioni e 663 mila euro. I cantieri sono gestiti dalla società di trasformazione urbana CambiaMo, soggetto attuatore per conto del Comune del “Progetto periferie. Ri-generazione e innovazione”, il Programma di riqualificazione urbana e sicurezza dell’area nord della città.Nell’area si stanno realizzando altre cinque rotatorie oltre a percorsi ciclopedonali per 3,7 chilometri, vengono adeguate le aree di fermata dei mezzi pubblici, vengono migliorati il verde, gli arredi e potenziata l’illuminazione pubblica. Oltre che su strada Canaletto si interviene in viale del Mercato, viale Finzi, via Toniolo e via Gerosa.

In primo piano

D’Auria Furore. Il minibus turistico per la ripartenza

Il nuovo corso del Gruppo D’Auria prende il via nella nuova sede, già pronta a febbraio 2020, poco prima che si abbattesse l’uragano pandemico. E prende forma con una nuova freccia al proprio arco, il modello Furore in grado di alloggiare 31 persone su telaio Daily, e sull’onda di una chiara divisio...

Articoli correlati