Mercato autobus 2020. Il calo è pesante, soprattutto nel settore dei Classe III, quello dei turistici (comunque in linea con l’andamento dei principali Paese Europei). Va meglio nei Classe II, gli intercity, con un mercato che nel primo trimestre del 2020 segna un più 41 percento (grazie a Consip) mentre tra aprile e giugno il mercato ha lasciato sul campo 20 punti percentuali che, in numeri interi, valgono ‘solo’ 35 unita. Niente di male insomma. Stessa situazione, ma con volumi nettamente diversi, nel segmento degli urbani. Bene il primo trimestre (più 7,66 per cento) male aprile-giugno: meno 46,5 percento. Il mercato, in buona sostanza, si è dimezzato. Ma non è una sciagura e non sono nemmeno numeri che devono spaventare. Questi sono evidentemente i risultati del lockdown e le relative chiusure delle fabbriche che non hanno potuto ‘sfamare’ le richieste derivanti dai tender.

Mercato autobus Italia 2020

Mercato autobus 2020

A preoccupare, come si evince dalla tabella qui sotto, sono i dati relativi al turismo. La flessione è importante e condizionerà anche l’andamento del secondo semestre. Le aziende (esercenti) impegnate in questo settore vivono oggi un periodo di grande sofferenza e gli strumenti messi in campo dal Governo non sembrano andare nella direzione sperata. Anche se nel prossimo Decreto, dicono fonti ben informate, il Governo potrebbe mettere mano al portafogli mettendo sul tavolo ben 100 milioni di euro. Denari che, nelle intenzioni, dovrebbero andare a coprire la quota del leasing del periodo marzo-dicembre 2020 degli autobus acquistati tra il 2016 e il 2020. E i conti tornano. Se si considera che in Italia si vendono ogni circa 800 Classe III per un totale di 3.200 mezzi a 3.000 euro di rata e 10 mesi di copertura, marzo-dicembre appunto, calcolatrice alla mano, il totale ammonta a 96 milioni di euro, cioè al quota che gira in questi giorni.

Mercato autobus Italia 2020

Cosa succede in Europa

Anche gli altri Paesi europei sono in grave sofferenza. All’appello mancano circa 1.300 unità urbane, 500 Classe II e ben 3.500 autobus da turismo. Male tutti i Paesi del Nord Europa così come la ricca Germania. Qui impressiona il mercato coach del trimestre aprile-giugno: dalle 693 unità del 2019 si è passati a 84. Sulla stessa lunghezza la Uk e la Francia. Insomma un mercato, quello degli autobus turistici, tutto da ricostruire.

Mercato autobus Italia 2020

In primo piano

Siemens, tutte soluzioni per l’e-mobility

Siemens Smart Infrastructure è stata tra i protagonisti dell’edizione 2024 di NME – Next Mobility Exhibition, a Milano, dall’8 al 10 maggio. Soluzioni personalizzate per l’elettrificazione, infrastrutture di ricarica adatte a tutte le esigenze e soluzioni software e IoT per ottimizzare la gest...

Articoli correlati

Wayla, la startup che porta il trasporto on-demand (e condiviso) a Milano

Si scrive “Wayla”, ma si legge “uei là”, alla milanese, per intenderci. E proprio a Milano Wayla farà il proprio debutto a ottobre, lanciando un servizio di trasporto su richiesta, in sharing, che conterà inizialmente su una mini flotta di cinque mezzi, Fiat Ducato allestiti da Olmedo e a motorizzaz...
News