Il debutto ufficiale è fissato per il 24 giungo, ma in alcune città italiane cominciano ad incontrarsi per le strade i nuovi autobus di Megabus, l’azienda scozzese che sbarca in Italia offrendo viaggi low cost. Potrebbe definirsi la Ryanair dei bus dove in comune, oltre alle tariffe economiche, con operatore britannico ha anche i colori istituzionali.

L’azienda promette tariffe medie intorno ai 15 euro, ma per la prima settimana di lancio – fino al 28 giungo – sarà possibile acquistare sul sito biglietti ad un costo di 1 euro, tariffa che contraddistingue l’operatore tanto da averla incisa sulla fiancata.

Megabus collegherà l’Italia da nord a sua offrendo servizi tra le città di Bologna, Firenze, Milano, Genova, Padova, Pisa, Napoli, Torino, Roma, Siena, Sarzana, Venezia e Verona con autobus moderni dotati di wi-fi gratuito, spine di corrente, toilette e 87 posti a sedere.

L’operatore sbarca nel Belpaese con un investimento da 11 milioni di euro, un network da 23 autobus e due basi operative, una a Firenze e una a Bergamo.

“Siamo orgogliosi di investire in Italia, rafforzare i servizi di trasporto e supportare l’economia attraverso la creazione di nuovi posti di lavoro – ha dichiarato Martin Griffiths, CEO di Stagecoach Group, capogruppo di Megabus – L’Italia è un Paese fantastico, con alcune delle città più vive e interessanti d’Europa. Siamo sicuri che le nostre tariffe accessibili, combinate a un servizio di qualità, consentiranno a un numero maggiore di persone di viaggiare in Italia e di dare una spinta al turismo”.

 

In primo piano

Mercedes eCitaro Fuel Cell, l’idrogeno per un’autonomia…alle Stelle

Il lancio ufficiale è arrivato alle porte dell’estate 2023, quando Daimler Buses scelse il palcoscenico del Summit UITP di Barcellona per la premiere mondiale del suo primo autobus a idrogeno, il Mercedes eCitaro Fuel Cell, in versione articolata da 18 metri. Si tratta di fatto di un’evoluzione dell...

Crossway Mild Hybrid NF: così Iveco Bus cavalca l’onda ibrida leggera

L’interurbano normal floor più diffuso in Europa non poteva non avvicinarsi a quella che qualcuno definisce ‘moda del momento’, cioè il mild hybrid. E lo fa in occasione degli ultimi aggiornamenti omologativi che riguardano il pacchetto Gsr2 nonché dell’interessante restyling frontale con tanto di n...

Articoli correlati

Viaggia chiuso dentro la bagagliera del pullman…per errore!

Un ragazzo ha viaggiato per mezz’ora chiuso dentro la bagagliera del pullman. E, no, non per evitare di pagare il biglietto. Protagonista della disavventura un ventenne che è rimasto chiuso dentro per errore nel portabagagli di un autobus sostitutivo, dove era entrano per alloggiare il monopat...