MAN Truck & Bus ha diramato la sua roadmap per il trasporto del futuro nell’ambito dei veicoli commerciali, dal trasporto passeggeri alle merci. Il focus è su elettricità e idrogeno, con l’obiettivo di una mobilità senza CO2. Sono diverse le partnership che sta sviluppando l’azienda di Monaco per raggiungere questo importante obiettivo.

Il trasporto pubblico e la distribuzione del futuro sembrano orientati all’utilizzo di veicoli elettrici a batteria. Non lo scriviamo noi di Autobusweb, ma MAN Truck & Bus in una nota diramata il 20 ottobre. MAN Truck & Bus offre già la produzione in serie del bus urbano elettrico MAN Lion’s City E, del furgone MAN eTGE, nonché del camion per la distribuzione MAN eTGM. Si dovrà attendere il 2023 per la produzione del camion elettrico della Nuova Generazione di Autocarri.

man truck bus roadmap zero emissioni

MAN Truck & Bus, verso l’idrogeno sul truck

Oltre al rapido sviluppo della tecnologia delle batterie, l’idrogeno (H2) rappresenta una buona soluzione, come carburante alternativo, per il trasporto lunga distanza, motivo per cui MAN Truck & Bus presenta la propria roadmap di ricerca e sviluppo inserendo anche l’idrogeno. La roadmap prevede, per il prossimo anno, la realizzazione di prototipi di veicoli a idrogeno in linea con i progetti di sviluppo attualmente in corso. Per questa tipologia di veicoli MAN sta già testando sia l’uso di una cella a combustibile sia di un motore a combustione H2.

I vantaggi sono evidenti, spiega MAN: da un lato, questa forma di mobilità elettrica è molto rispettosa dell’ambiente. Quando sono in uso, le celle a combustibile non provocano emissioni dannose per il clima, poiché emettono solo vapore acqueo. D’altra parte, l’energia elettrica generata viene utilizzata dal motore e consente una autonomia di circa 800 km, sufficiente per gestire l’attività di un veicolo industriale che percorre le lunghe distanze trasportando un peso elevato.

Il motore a combustione H2, invece è una soluzione disponibile nel breve periodo poiché si basa sulla tecnologia e la meccanica esistente, può essere quindi impiegata come soluzione tecnologica di passaggio.

Idrogeno per MAN, prove pratiche dal 2023-24

Prove pratiche, in collaborazione con clienti selezionati, sono previste a partire dal 2023/24. L’obiettivo è testare l’intero ecosistema dell’idrogeno nella logistica dei trasporti. MAN vorrebbe testare l’idrogeno per il trasporto merci su strada su lunga distanza nell’ambito di un progetto consorziale insieme agli operatori delle infrastrutture bavaresi e ai partner del trasporto merci. I primi contatti sono già in corso con il governo statale bavarese. È prevista anche la collaborazione con le università.

“La responsabilità verso l’ambiente e la società è un argomento che affrontiamo con molta serietà, per questo MAN Truck & Bus sta impiegando molte risorse per lo sviluppo di sistemi di trasmissione alternativi”, sottolinea il Dr. Frederik Zohm, Executive Board Member for Research & Development at MAN Truck & Bus. “L’idrogeno può diventare una soluzione interessante per i trasporti ma anche l’infrastruttura deve essere notevolmente ampliata. Siamo felici e orgogliosi di fornire il nostro importante contributo sviluppando i veicoli giusti come dimostra la nostra roadmap”.

In primo piano

Mercedes eCitaro Fuel Cell, l’idrogeno per un’autonomia…alle Stelle

Il lancio ufficiale è arrivato alle porte dell’estate 2023, quando Daimler Buses scelse il palcoscenico del Summit UITP di Barcellona per la premiere mondiale del suo primo autobus a idrogeno, il Mercedes eCitaro Fuel Cell, in versione articolata da 18 metri. Si tratta di fatto di un’evoluzione dell...

Crossway Mild Hybrid NF: così Iveco Bus cavalca l’onda ibrida leggera

L’interurbano normal floor più diffuso in Europa non poteva non avvicinarsi a quella che qualcuno definisce ‘moda del momento’, cioè il mild hybrid. E lo fa in occasione degli ultimi aggiornamenti omologativi che riguardano il pacchetto Gsr2 nonché dell’interessante restyling frontale con tanto di n...

Articoli correlati

Autolinee Toscane, un nuovo bus ogni 2 giorni

Un bus ogni due giorni da ora a fine 2024, e poi il grande balzo che vedrà due bus nuovi ogni giorno (festivi e domeniche compresi) sulle strade della Toscana per garantire un servizio di trasporto pubblico locale sempre più efficace, efficiente e sostenibile sia dal punto di vista ambientale che so...

Un po’ funivia, un po’ bus: viaggio alla scoperta di ConnX

Ha superato con successo l’articolata fase di test e tra un anno sarà definitivamente pronto per fare il suo ingresso nel mercato. L’annuncio è stato dato nei giorni scorsi a Vancouver sul palcoscenico più importante del settore, il congresso mondiale dei trasporti a fune: ConnX, la rivoluzione ecol...