L’Emilia-Romagna e l’addio al biglietto di carta. Tper, Seta, Start e Seta sempre più smart

Il trasporto pubblico dell’Emilia-Romagna marcia a ranghi compatti verso l’implementazione di servizi smart per il passeggero. In linea con la rivoluzione digitale che sta interessando l’intera regione Emilia-Romagna, le aziende del trasporto pubblico Tper, Seta, Start e Tep sono al lavoro per aumentare l’offerta di servizi a portata di smartphone. Infatti, sono sempre di più gli utenti che scelgono quotidianamente di usare una app per farsi guidare dal telefonino nel loro utilizzo quotidiano dei mezzi pubblici.

E’ già stata pubblicata, inoltre, fa sapere Tper in una nota stampa, una gara per l’acquisto di nuove validatori a bordo autobus. L’aggiudicazione costituirà il tassello centrale di un nuovo balzo in avanti sul fronte della dematerializzazione dei titoli di viaggio e della massima flessibilità possibile per l’utente che potrà presto utilizzare anche la carta di credito per pagare direttamente a bordo.

Tper, quasi 70mila biglietti via smartphone

Bologna e Ferrara hanno già raccolto più che positivamente la sfida della dematerializzazione dei titoli di viaggio. Muver e Roger stanno, infatti, crescendo sia per numero di utenti che le utilizzano (oltre 28.500 le persone hanno scaricato l’una, l’altra o entrambe) sia per il totale dei titoli di viaggio acquistati e validati direttamente tramite App.

L’utilizzo dello smartphone, a poco più di un anno dalla presentazione di Muver e a quattro mesi dal lancio di Roger, mostra dunque numeri lusinghieri: oltre 60mila i biglietti Tper comprati in un anno attraverso Muver, 9mila quelli dematerializzati in Roger in poco più di quattro mesi.

Muver e Roger per dematerializzare i biglietti

Le due app, Muver e Roger in particolare, rappresentano il “fronte” più caldo su cui le quattro aziende della mobilità (Tper, Seta, Start e Tep), assieme alla Regione Emilia-Romagna, hanno scelto di raccogliere e vincere in modo unitario ed integrato la sfida dei sistemi MAAS (Mobility as a Service).

E’ questa la nuova frontiera della mobilità sempre più integrata con l’obiettivo di mettere l’utente al centro, semplificandone l’accesso ai servizi e rendendo facile ed immediato trovare risposta agli sfaccettati bisogni comunque connessi all’esigenza di spostarsi per lavoro, per turismo o per motivi personali.

Roger è oggi la piattaforma su cui l’intera architettura dei sistemi MAAS, dei servizi integrati per la mobilità all’utenza comincia a prendere forma.  La app, infatti, è molto di più di un applicativo per la sola vendita dei titoli di viaggio (che possono poi essere validati direttamente con il telefonino), in quanto rappresenta un vero e proprio “assistente virtuale per la mobilità”: con il sistema di navigazione dell’app è possibile scegliere come spostarsi, integrando le varie forme di trasporto pubblico; ad esempio, in autobus fino alla stazione, poi in treno e all’arrivo ancora in autobus. E’ Roger a proporre tutte le possibili combinazioni e, una volta che l’utente avrà individuato la soluzione di viaggio prescelta, se lo si desidera, direttamente nell’app potrà anche procedere all’acquisto dei relativi titoli di viaggio e, se si sposta in auto, pagare anche la sosta.

Sono, inoltre, sempre di più gli utenti che si limitano ad utilizzare la prima parte della funzionalità: usando Roger per calcolare il numero delle “zone” attraversate ed azzerando il rischio di avere sbagliato biglietto.

La frontiera Maas

L’applicazione Roger per smartphone che si pone come piattaforma MAAS per servizi integrati comincia a prendere forma anche nella implementazione di servizi.

Dall’incoming turistico alle molteplici offerte di mobilità sono davvero numerosi gli ambiti in cui Roger può ampliarsi: alcuni accordi in questa direzione sono già in fase di definizione con soggetti pubblici e privati.

Un primo progetto è già arrivato a conclusione a Bologna, sull’onda dell’attrattività internazionale della città e della sinergia tra operatori della mobilità pubblica e turistica: grazie all’accordo con la società City Red Bus, entro poche settimane, con Roger, sarà possibile prenotare e pagare anche le corse del City Tour, il bus panoramico che guida alla scoperta delle bellezze culturali e artistiche della città, ma anche acquistare un biglietto per il trenino San Luca Express e per il CityBo Express attivo nei TDays.

Sabato 1 giugno sarà “Roger Day”

Una giornata dedicata a quanti hanno un po’ meno familiarità con app e tecnologia, ma non per questo vogliono rinunciare alla comodità dell’assistente gratuito di viaggio o del pagamento tramite la stessa applicazione di biglietti di viaggio e sosta. Dalla mattina al pomeriggio presso la rinnovata “Cabina Lame”, in via Marconi angolo via Lame a Bologna, personale Tper sarà a disposizione dell’utenza per aiutare a scaricare ed istallare gratuitamente Roger (ci vogliono pochi minuti) e per dare dimostrazione di come con il proprio telefonino ci si può fare assistere dalla app nell’individuare il percorso migliore, verificare gli orari aggiornati in tempo reale dell’arrivo dei mezzi; sarà poi possibile verificare come acquistare e validare i biglietti oppure pagare la sosta.  Un’occasione per informarsi e provare nel concreto la rivoluzione digitale.

Nuovi validatori per Tper

Sempre nella direzione di prestare massima attenzione all’utente e alle opportunità offerte dalle nuove tecnologie va un altro importante investimento già in corso, quello per nuovi validatori di bordo: è stata, infatti, pubblicata da Tper  – per conto ed insieme a Tep, Seta e Start  – una gara per il loro acquisto, con un progetto co-finanziato al 50% da fondi europei POR FESR messi a disposizione dalla Regione Emilia-Romagna nel percorso di rivoluzione digitale annunciato in regione nei mesi scorsi.

Si tratta di un bando, pubblicato in Gazzetta Ufficiale il 15 aprile scorso, per un importo complessivo di 3milioni e 276mila euro per tutte e quattro le aziende (1milione e 200mila per Tper) riguarda l’acquisto di 1520 macchine destinate ai mezzi urbani dell’intera regione, 570 per Bologna e Ferrara.

Grazie a questo “upgrade” tecnologico, infatti, si allargherà l’offerta di soluzioni per acquistare e validare il proprio titolo di viaggio, aprendo in particolare all’utilizzo della carta di credito.

La gara è in corso.  I nuovi validatori, dotati di SIM, saranno continuamente on-line e dunque si interfacceranno con la “rete” in tempo reale rendendo possibileanche il pagamento con la carta di credito.  Oltre a questa gara, si è già attivata la fornitura affinché il People Mover sia già dotato di un sistema di bigliettazione che prevede l’uso della carta di credito da subito. Sul collegamento veloce aeroporto-stazione di Bologna sono, infatti, previsti ingressi con un sistema di tornelli e l’accesso sarà garantito, non solo con biglietti cartacei o utilizzando l’applicazione Roger, ma anche direttamente con carta di credito, semplicemente avvicinando la carta al sistema di apertura dei tornelli, sia in entrata che in uscita.

2019-05-24T16:29:59+00:0016 Maggio 2019|Categorie: SMART|Tag: , , , , |