Il dodicesimo uomo del Cagliari Calcio. Non ce ne vorrà la tifoseria del Casteddu (perché solitamente il dodicesimo uomo è il pubblico della squadra), ma almeno per questa volta l’uomo in più dei rossoblù è Franco Pala. Che di professione non fa il calciatore, ma il conducente di bus. E il signor Pala, da sei anni, è l’autista ufficiale della società sarda.

A raccontare la sua storia ci ha pensato l’Iru, l’Unione Internazionale Trasporti Stradali, che ha raccolto le parole del cinquantasettenne: « La mia avventura è iniziata sei anni fa. Dal momento in cui sono stato contattato da Matteo Baire, l’amministratore delegato di Tour Baire, l’azienda di trasporti per cui lavoro, per diventare l’autista ufficiale del Cagliari, ho capito che sarebbe stata una sfida molto speciale ma impegnativa. Il Cagliari occupa indubbiamente un posto unico nel cuore delle persone e rappresenta un cliente speciale. Oltre alla professionalità, la squadra richiede riservatezza e disponibilità».

Spiegando il suo lavoro, Franco aggiunge: «Essere un conducente oggigiorno è diverso rispetto a dieci anni fa. Ma sono convinto che lavorare costantemente sulle proprie capacità di guida e sulle prestazioni di sicurezza possa aprire nuove porte. È quello che è successo a me. E dopo sei anni, il mio lavoro mi riempie ancora di gioia. Quando guido l’autobus, mi sembra di essere al centro dell’attenzione. È molto emozionante. È una grande responsabilità essere l’autista di una squadra di calcio professionistica come il Cagliari. Ma ne vale la pena. È estremamente gratificante»

Articoli correlati

Amt Genova testa l’ie tram Irizar da 18,7 metri

Nuova sperimentazione nel nome della mobilità sostenibile per Amt Genova che è pronta a testare sulle proprie strade l’ie tram Irizar da 18,7 metri. L’e-bus della casa madre basca si caratterizza per un’estetica accattivante e innovativa, che ricorda il vagone di una metropolitana. È lungo 18,73 met...