iveco
TRAVEL 874x90

Gli 80 anni della filovia di Sanremo, inaugurata nel 1942, saranno festeggiati nel migliore dei modi.

Il Comune di Sanremo si appresta infatti a presentare al Mit l’istanza di finanziamento “Intervento per la valorizzazione, ripristino e adeguamento della Filovia della Riviera dei Fiori”. Per il rinnovamento della storica filovia esiste infatti la possibilità di attingere i fondi da una linea di finanziamento specifica per il potenziamento di impianti esistenti. Fra questi rientra per l’appunto l’impianto filoviario sanremese, lungo ben 29 km, che collega la città a Ventimiglia e a Taggia.

Si tratta di un’ottima notizia per una delle filovie più belle e panoramiche al mondo, dopo un periodo di incertezza sul futuro dell’impianto.

Gli interventi di rinnovamento

Il progetto, del valore di 50 milioni di euro, ha come obiettivo la trasformazione della attuale filovia in una moderna modalità di trasporto a livello europeo. Non limitandosi agli impianti e ai mezzi, ma prestando la massima attenzione a tutti gli aspetti della mobilità dei residenti e dei numerosi turisti della zona.

Gli impianti saranno totalmente rinnovati. La nuova linea aerea e le nuove sottostazioni saranno gestite e telecomandabili da un posto di controllo. La tensione di linea sarà portata da 600 a 750 V, con adeguamento allo standard europeo. L’attuale deposito di corso Cavallotti verrà sostituito da una nuova struttura attrezzata, situata al piano inferiore del Mercato dei Fiori, in Valle Armea.

Molto importante, poi, l’aspetto del materiale rotabile. E’ infatti previsto l’acquisto di 23 nuovi filobus  full electric, dotati di tecnologia IMC e pacchi batterie di ultima generazione. A bordo sono previste prese USB, Wi-Fi, climatizzazione, videosorveglianza, pianale ribassato, possibilità di trasporto biciclette,  e tutti i comfort previsti in tutti i veicoli di nuova costruzione. Dei 23 veicoli, 10 saranno snodati, di 18 metri di lunghezza: anche Sanremo, dopo La Spezia, utilizzerà per la prima volta veicoli a grande capacità. Il progetto prevede inoltre la razionalizzazione dei parcheggi di interscambio, l’integrazione con le stazioni ferroviarie situate lungo la linea ( Ventimiglia, Vallecrosia, Bordighera, Sanremo, Taggia),  la connessione con la pista ciclabile, che riprende il tracciato della vecchia ferrovia, e nuove pensiline dotate di tecnologia multimediale.

Anche il veicolo storico del 1958 sarà rimesso in circolazione. Il filobus Fiat 2411 n. 29, considerato uno dei filobus più belli mai costruiti, dai caratteristici colori bianco e blu, dopo i necessari adeguamenti tecnici potrà essere utilizzato per occasioni ed eventi storici.

filovia sanremo

Filovia di Sanremo, storica ma ipermoderna

Il sindaco di Sanremo Alberto Biancheri, molto soddisfatto del progetto, ha sottolineato il bisogno di mobilità non inquinante. Grazie alla valorizzazione della filovia di Sanremo, valore aggiunto per la città, si rafforzerà il modello di mobilità sostenibile sul territorio.

Il progetto della nuova Filovia della Riviera dei Fiori è un esempio di come un impianto filoviario possa costituire una modalità di trasporto ecologica, integrata, performante, e garantire un servizio di trasporto di alto livello.

 

Articolo di Stefano Alfano

 

Fonte immagine: TPLItalia

TRAVEL 874x90

In primo piano

Articoli correlati

Covid: Anav, “sempre disponibili per trasporto studenti”

Il settore degli autobus a noleggio e del trasporto privato passeggeri è sempre disponibile a fare la sua parte per aiutare il trasporto pubblico locale. E in particolare per sostenere gli studenti a raggiungere la scuola evitando il congestionamento dei mezzi pubblici, che rende più facile il conta...