International Bus & Coach Competition: l’Iveco Crossway Le non ha rivali tra i 12 metri low entry. L’autobus Classe II si è aggiudicato il primo posto all’International Bus & Coach Competition 2017, dedicata appunto per la prima volta agli autobus con ingresso ribassato. Il Crossway ha dovuto fronteggiare il Vdl Citea Lle, il Setra S 415 Le Business e il Solaris Urbino 12 Le. Il modello Iveco è stato giudicato il migliore in termini di catena cinematica, manovrabilità, comodità e costo totale di esercizio.

Tutti i dettagli  nell’ampio servizio pubblicato sul numero di settembre di Autobus. 

international bus coach competition 2017 ibc iveco crossway le

International Bus & Coach Competition: nulla al caso

L’International Bus & Coach Competition (Ibc), forte di tre lustri storia, si declina ogni anno in cinque giorni di test drive che coinvolgono veicoli di una determinata categoria, messi alla frusta da un team di giornalisti ed esperti tra prove di consumi, slalom, esami statici, test di frenata e altre analisi. La giuria ha lodato il comfort del Crossway Le sia per lo spazio dedicato all’autista che per la zona passeggeri. Come rimarca una nota diramata da Iveco Bus, il Crossway Le garantisce un livello di accessibilità ottimale, consentendo il rapido flusso dei passeggeri, facilitato soprattutto dall’ampiezza delle porte (1200 mm) e dal pianale ribassato. La versione Ibc offre il massimo in termini di comfort termico, 43 posti seduti e un’area dedicata alle persone con ridotte capacità motorie. Il confort di guida del veicolo è stata una delle principali caratteristiche che hanno riscontrato particolare apprezzamento da parte dei membri della giuria durante i test drive nelle aree interurbane.

international bus coach competition 2017 ibc

Iveco Crossaway Le, telaio al top

In particolare, il Crossway Le (nella declinazione Line) ha convinto la giuria dell’International Bus & Coach Competition in termini di telaio: a sancirne la vittoria sul Setra sono stati proprio i parametri legati a telaio e guidabilità. Maneggevolezza, sterzo e circolo di sterzata sono risultati i migliori dell’intero quartetto. Per quanto riguarda la catena cinematica, i membri internazionali della giuria sono rimasti favorevolmente colpiti dalle buone prestazioni del motore e del cambio automatico. Del resto, la versione Euro VI dei motori della gamma Crossway offre una maggiore cilindrata per incrementare potenza e coppia, consumando tuttavia meno carburante. Il Crossway Le soddisfa pienamente tutti i requisiti del trasporto passeggeri suburbano, grazie alla disponibilità di due differenti motorizzazioni – Tector 7 e Cursor 9 – con una gamma di potenza da 286 a 360 CV.

international bus coach competition 2017 ibc

Cursor 9 e Zf Ecolife: un tandem vincente

Inoltre, si legge sempre nella nota di Iveco Bus, l’esclusiva tecnologia HI-SCR ottimizza il processo di combustione, poiché nel motore viene immessa soltanto aria fresca. La riduzione delle emissioni inquinanti è garantita dal sistema di post-trattamento a valle del motore, che elimina la necessità di ricircolo dei gas di scarico e apporta notevoli vantaggi in termini di riduzione del peso e compattezza, facilitandone anche la manutenzione. La giuria ha inoltre apprezzato particolarmente la flessibilità del motore Cursor 9 da 360 CV in abbinamento al cambio automatico a 6 rapporti ZF Ecolife, che offre un’esperienza di guida semplice e piacevole. Un altro punto di forza riconosciuto durante le prove è l’ottimizzazione del costo totale di esercizio (TCO), ottenuta soprattutto grazie agli intervalli di manutenzione estesi, alla riduzione di costi e consumi, alla qualità del sistema di post-trattamento dei gas di scarico e all’efficienza del filtro antiparticolato.

international bus coach competition 2017 ibc

Setra, Vdl e Solaris all’Ibc 2017

Guardando uno sguardo agli altri concorrenti, il Crossway si è lasciato dietro il Setra S 415 Le Business: 1.515 punti contro 1.496, risultati della somma di ben 43 parametri che tengono conto anche degli aspetti economici (prezzo d’acquisto, valore sul mercato dell’usato, ecc.). Ulm ha primeggiato in termini di performance, vantando in particolare un’accelerazione senza eguali. Terzo, con 1.493 punti (a distanza di appena 3 punti dal Setra), si è piazzato il Vdl Citea Lle-120/255, caratterizzato dal peso a vuoto particolarmente ridotto e dai sorprendenti consumi, i migliori di tutto il gruppo. Infine, quarto ed ultimo si è collocato con 1.341 punti il Solaris Urbino, premiato tuttavia per la facilità di manutenzione e lo spazio a bordo.

international bus coach competition 2017 ibc

Crossway, una storia di successo

«L’idea alla base del Crossway ci ha convinti nella sua totalità: numerosi vantaggi uniti a condizioni interessanti. Le nostre prove hanno avuto un grande vincitore – il Crossway Le ha dimostrato di avere poche debolezze e molti punti di forza», ha riassunto Wolgang Tschakert, Presidente della Giuria dell’Ibc, ha riassunto. Sylvain Blaise, Brand President di Iveco Bus, ha affermato: «Quella di Crossway è stata una vera e propria storia di successo già dal lancio, che è soprattutto il successo dei nostri clienti, motivo per cui la gamma Crossway è la loro prima scelta. Oggi ci sentiamo particolarmente onorati di ricevere questo riconoscimento dalla stampa internazionale di settore, dopo aver sottoposto il nostro Crossway LE a cinque giorni di rigorose prove che hanno chiaramente dimostrato le sue qualità in condizioni operative reali».

In primo piano

Praticko, QuickBuy conquista (e soddisfa) anche Locatelli Autoservizi

Pratico come…Praticko. Si chiama così il software in cloud per la gestione della bigliettazione digitale per il trasporto pubblico e privato, ideato e sviluppato da Soluzione 1 srl. Nell’autunno del 2021, in piena seconda ondata pandemica, Praticko ha lanciato QuickBuy Stop, soluzione smart pe...

Volvo centra il tredici e sbarca in Italia con il due piani

In un mercato ancora pesantemente condizionato dagli effetti della pandemia, Volvo si è affacciata per ultima sul mondo degli autobus a due piani, convinta di poter dire la sua. A dire il vero, il costruttore svedese già nel 2020 aveva lanciato il suo bipiano con un progetto tutto nuovo, ma le sue d...

Articoli correlati