Citymood elettrico, Industria Italiana Autobus alza il velo sul suo primo urbano a emissioni zero. Il Citymood 12e è stato presentato questa mattina a Flumeri, alla presenza del ministro degli esteri Luigi Di Maio. «Un prodotto made in Italy. Industria Italiana Autobus oggi sforna un progetto di società sostenibile, meno inquinante, che dà lavoro a uomini e donne del sud grazie alle nuove tecnologie», ha dichiarato il ministro.

Progettato e realizzato in Italia, il 12 metri elettrico è mosso dal motore elettrico centrale Siemens ‘approvvigionato’ da un massimo di 495 kWh di batterie Nmc. Tra le particolarità l’assenza di specchietti e la presenza, opzionale, di mirrorcam.

E il 2023 potrebbe essere l’anno dell’idrogeno, ha dichiarato il Chairman e Ceo Antonio Liguori: «Stiamo studiando per capire qual è la soluzione migliore. Nel contempo aspettiamo che vengano realizzate le infrastrutture».

Industria Italiana Autobus, l’autobus elettrico

Il mezzo è accompagnato dalla piattaforma di assistenza integrata MooVE, per il supporto ai clienti nella gestione dei veicoli, che «introduce un nuovo tipo di rapporto tra costruttore e rete», ha sottolineato Paolo Saettone, after sales manager di Industria Italiana Autobus.

industria italiana autobus elettrico

Antonio Liguori, Chairman e Ceo IIA, ha dichiarato: «Industria Italiana Autobus rappresenta un esempio concreto di rinascita. Due anni fa, infatti, sia questo sito, sia quello di Bologna, erano strutture industriali in abbandono, sostanzialmente chiuse, con operai e tecnici in cassa integrazione. Grazie all’intervento dei soci e al supporto di stato e governi, che qui voglio ringraziare anche a nome di tutti i dipendenti, oggi raccontiamo una storia affatto diversa. A soli 24 mesi dalla rinascita, presentiamo un prodotto che colma un gap industriale, il nuovo Citymood 12e, ridando nuova vita e nuova linfa a un polo automotive strategico per il paese. Abbiamo rinnovato l’intera gamma prodotto».

«È con sincero entusiasmo che presentiamo il nostro Citymood 12e, il nuovo autobus elettrico italiano, interamente sviluppato e prodotto nel nostro paese» ha evidenziato l’ad Giovanni De Filippis. «Questa azienda ha proposto veicoli elettrici quando il mercato non era ancora pronto, e questa novità rientra nel nostro Dna improntato all’innovazione»

In primo piano

D’Auria Furore. Il minibus turistico per la ripartenza

Il nuovo corso del Gruppo D’Auria prende il via nella nuova sede, già pronta a febbraio 2020, poco prima che si abbattesse l’uragano pandemico. E prende forma con una nuova freccia al proprio arco, il modello Furore in grado di alloggiare 31 persone su telaio Daily, e sull’onda di una chiara divisio...

Articoli correlati

26 autobus elettrici targati Karsan per Deva (Romania)

L’elettrificazione delle reti di trasporto della Romania continua a pieno ritmo, anche grazie a Karsan, che ha infatti vinto un appalto per 26 autobus elettrici per la città di Deva. Il costruttore turco aveva già consegnato veicoli elettrici a molte città della Romania e firmato contratti ad ...

Genova, il trasporto pubblico diventa gratuito

Il primo dicembre Genova comincera’ la sperimentazione del trasporto pubblico locale gratuito, a partire al momento dagli impianti verticali (ascensori, funicolari e cremagliere) e metropolitana. L’obiettivo, ha spiegato il sindaco Marco Bucci “e’ incentivare l’utilizzo...